News nazionali – 11 luglio 2018

SAVE THE DATE: IL 5 OTTOBRE A REGGIO EMILIA CONVEGNO NAZIONALE SULLA SECONDA INDAGINE “PENSA A COSA MANGI” PROMOSSA DA AUSER E SPI CGIL
Il prossimo 5 ottobre 2018 si terrà il convegno Nazionale sul risultato della seconda indagine sull’Alimentazione rivolta agli “esperti della cura”: medici di base, medici omeopati, farmacisti  ed  erboristi. Il convegno nazionale  è promosso dallo SPI Nazionale e  dall’Auser Nazionale, saranno analizzati i dati elaborati dei questionari dalla Fondazione Di Vittorio. L’iniziativa si terrà a Reggio Emilia presso il Centro Internazionale L.Malaguzzi.  In occasione del Convegno sarà anche possibile effettuare delle visite guidate agli ateliers del Centro Malaguzzi e al Centro di Ricerca Tecnopolo.

SAVE THE DATE: A TORINO IL 18 E 19 OTTOBRE LA CITTÀ CHE APPRENDE 2018, SI PARLERÀ DI BUFALE E DISINFORMAZIONE
Si svolgerà a Torino l’edizione 2018 della Città che apprende, l’evento biennale dell’Auser dedicato all’educazione degli adulti. Tema di quest’anno “Chi dà retta alle sirene? Informazione e disinformazione nell’era di Internet”. L’evento si svolgerà presso l’Auditorium della Città Metropolitana di Torino in corso Inghilterra 7.

BASILICATA, BENI E LUOGHI COMUNI TORNANO A SPLENDERE GRAZIE AI VOLONTARI AUSER. IN PIENA ATTIVITA’ I CANTIERI DEL PROGETTO “AUSER IN COMUNE”
Che l’anziano sia una risorsa è stato detto e scritto molte volte, ma se si vuole constatare con i propri occhi cosa significhi si può fare un salto in Basilicata e vedere, sentire l’entusiasmo degli anziani protagonisti del progetto “Auser in comune”. Finanziato con il contributo della Fondazione con il Sud con soggetto capofila Auser Comunità Solidale di Potenza, vede come partner i circoli Auser di tanti piccoli comuni: Avigliano, Ruoti, Maschito, Grassano, Lagonegro, Lauria, Rivello, Castelluccio inferiore. Il progetto della durata di 24 mesi, vedi i volontari Auser in prima fila impegnati nel prendersi cura dei beni e spazi comuni, insieme agli abitanti del luogo. Un’antica fontana, un sentiero, un angolo del centro storico con il prezioso aiuto dei volontari stanno tornando alla fruizione di tutti. Recuperati, valorizzati.  I cantieri sono aperti, l’entusiasmo alle stelle.
Per info

PADOVA, INIZIA LA CAMPAGNA DEI SACCHETTI DEL PANE: “PER MOLTE DONNE LA VIOLENZA È PANE QUOTIDIANO”
E’ partita la campagna dei sacchetti del pane “Per molte donne la violenza è pane quotidiano” del progetto di comunicazione del Comune di Padova, finanziato dalla Regione del Veneto, “L’Otto per Tutte”.
I dati Istat sul fenomeno della violenza contro le donne rilevano che solo il 3,7% delle 6 milioni 788 mila donne che subiscono o hanno subito violenza fisica o sessuale si rivolge ai Centri antiviolenza, e che il 12,8% non conosce l’esistenza del servizio. A partire da questi dati e dall’esperienza quotidiana dei Centri antiviolenza è nata l’idea della campagna dei sacchetti del pane, che ha l’obiettivo di pubblicizzare i numeri di telefono dei tre Centri antiviolenza coinvolti nel progetto: Centro Veneto Progetti Donna Auser, Belluno – DONNA, Iside Cooperativa Sociale. Attraverso questa attività, il pane verrà venduto presso gli esercizi aderenti all’interno dei sacchetti con il messaggio “Per molte donne la violenza è pane quotidiano. Se hai bisogno d’aiuto chiama il Centro antiviolenza”. Il pane infatti arriva ogni giorno sulle tavole delle famiglie, perciò utilizzare la sua catena di distribuzione costituisce un metodo efficace per pubblicizzare i numeri dei Centri antiviolenza e per operare una prima opportuna sensibilizzazione della popolazione sul tema della violenza e sui servizi offerti alle donne.
La campagna dei sacchetti del pane rientra in un pacchetto di attività di comunicazione previste dal progetto “L’Otto per Tutte”, che per tutto il 2018 permetterà di promuovere a livello regionale campagne di informazione e sensibilizzazione sulle tematiche della violenza contro le donne, degli stereotipi di genere e delle pari opportunità, nonché dei servizi offerti alle donne che subiscono maltrattamenti e abusi.
Per info: Mariangela Zanni  Ufficio Comunicazione Centro Veneto Progetti Donna- Auser
Via Tripoli, 3 Padova t.0498721277 c.345 99 48 956 www.centrodonnapadova.it

BELLUNO SI PREPARA ALLA FESTA
Si svolgerà a Sitran d’Alpago il prossimo 22 luglio la Auserfest, la festa provinciale di Auser Belluno, un appuntamento ormai tradizionale con soci, volontari e simpatizzanti per concludere in bellezza un anno denso di impegni e attività. Un appuntamento all’aria aperta che durerà l’intera giornata, con la possibilità di partecipare a passeggiate nella natura ed escursioni con guida, ballo, pranzo sociale  e nel pomeriggio esibizioni di gruppi folk.
Per info: www.auser.belluno.it

AREZZO, FESTA DELLA PASTA AUSER IL 5 AGOSTO
Domenica 5 agosto si terrà la Festa della pasta Auser. Un pranzo sociale con la pasta della solidarietà prodotta dalle cooperative di Libera per sostenere le attività di Auser in aiuto degli anziani più soli e fragili. L’iniziativa promossa da Auser comprensorio di Arezzo, Auser Terra di Piero Onlus, Sartoria della solidarietà , si svolgerà presso l’associazione Macondo in via di Casa al Cincio a Pieve a Maiano. Con un contributo per il pranzo di 15 euro si potranno assaporare deliziosi piatti di pasta e non solo della tradizione toscana. L’iniziativa si svolge con la collaborazione di Unicoopfirenze, Aism e Uildm. §

RAVENNA, LE BORSE DI STUDIO AUSER PER GLI STUDENTI MERITEVOLI
Si è svolta nei giorni scorsi nella sala giunta della Rocca di Lugo (RA) la consegna delle borse di studio messe a disposizione da Auser per studenti meritevoli. A beneficiarne, le giovani studentesse Dalila Fabozzi, Mediha Sakiri e Sara Luzzaro, che con il contributo ricevuto potranno acquistare libri e altro materiale scolastico in vista della prima superiore.
L’iniziativa è resa possibile grazie alle donazioni del cinque per mille in favore di Auser, come spiega la referente Ilva Fiori: “La nostra associazione, fortunatamente, può contare su una buona rete di solidarietà. Le donazioni che riceviamo si trasformano in aiuti concreti ai cittadini e queste borse di studio ne sono un esempio”. “La destinazione del cinque per mille può avere una importante ricaduta sul territorio – ha aggiunto Fabrizio Lolli, assessore all’Associazionismo del Comune di Lugo, che ha presidiato la cerimonia di consegna delle borse – Ringrazio Auser a nome dell’Amministrazione comunale, perché è da queste azioni che passano il senso di comunità e la crescita sociale. Si tratta di un’opportunità per fare conoscere anche ai più giovani l’importanza della solidarietà e, soprattutto, l’importanza di una scelta come la destinazione del cinque per mille”.
Fonte: Ravenna Today

COSENZA, SI REALIZZA IL SOGNO DI DRAMANE
“Ho chiuso il mio primo anno di università, ho dato tutti gli esami con una media del 25 ed il massimo di crediti. Vi voglio bene, grazie a tutti per il sostegno di Auser. Salvatori siete!”
E’ il commovente messaggio del giovane Dramane, il ragazzo del Mali “adottato” dall’Auser di Cosenza che, grazie all’associazione, sta compiendo con profitto ed entusiasmo i suoi studi di  Scienze Politiche all’Università in Calabria.

RECANATI (MC), LE GIORNATE DELLA SALUTE
Il 26 e 27 luglio presso il Giardino d’Argento in via Vogel a Recanati (MC) si terrà l’iniziativa Le giornate della Salute, promossa dall’Auser, dallo Spi Cgil con il patrocinio del Comune. Giovedì 26  alle ore 21.00 si terrà la proiezione del film “Non si ruba a casa di ladri” di Carlo Vanzina, il giorno successivo alle ore 17.00  incontro sul tema “Ospedale santa Lucia, quale futuro?” con numerosi interventi fra i quali il presidente provinciale auser Antonio Marcucci, il segretario provinciale dello Spi Cgil Stefano Tordini, il sindaco di Recanati e la delegata alla tutela della Salute del Comune Antonella Mariani. Alla fine cena sociale.

MELDOLA (FC), CRESCONO I TRASPORTI PROTETTI AUSER
Quasi 1.200 viaggi verso ospedali, cliniche e strutture sanitarie in genere. Tanti – esattamente 1.147 – ne ha fatti il personale dell’Auser di Meldola (FC) nel 2017, dando così concretezza a un’attività di volontariato che si rivolge agli anziani del territorio. «Il trasporto di persone che ne hanno la necessità verso strutture sanitarie è il nostro servizio più importante – racconta il responsabile dell’Auser di Meldola, Aldo Camagni -. Un servizio che effettuiamo con la nostra automobile. Trasportiamo queste persone a Forlì, Cesena, Santa Sofia, raramente nel Riminese». Visto che, anche a causa della carta d’identità dei pazienti, i trasporti da effettuare sono tanti, l’automobile a disposizione non è sempre sufficiente. «E così capita anche i nostri volontari effettuino il trasporto con la propria auto». La media è di «3-4 persone trasportate ogni giorno», con punte anche di sette. L’attività del centro operativo Auser del paese bidentino non si esaurisce qui. «Portiamo anche i medicinali a casa, così come a volte accompagniamo le persone a fare la spesa. Oppure, in certe occasioni, la facciamo noi e gliela portiamo direttamente a casa». Sono una ventina i volontari dell’Auser, che ha sede in via Roma 3 (0543/492392; meldola@auserforli.it).
Fonte: Il Resto del Carlino

CERTALDO (FI), OCCHIO ALLE TRUFFE
Terzo appuntamento a Certaldo (FI), organizzato da Acque Spa in collaborazione con Auser, Spi Cgil, Fnp Cisl e Uilp, per istruire gli anziani  a non cadere nelle truffe. «La regola è semplice: gli addetti di Acque non chiedono mai di entrare nelle abitazioni, né per controllare la qualità dell’acqua né per verificare il funzionamento dell’impianto interno né perché c’è da pagare una bolletta. A metterlo bene in chiaro è stato Giancarlo Faenzi, vicepresidente di Acque Spa, tra i relatori dell’incontro .
Tra le raccomandazioni, fornite nel corso della tappa alla casa delle associazioni di Certaldo, c’è pure l’invito ai cittadini ad attivarsi in un prezioso passaparola, affinché il messaggio di prevenzione circoli in modo efficace tra la popolazione. Folta la platea per ‘Acque non bussa alla porta’, campagna informativa di Acque Spa rivolta agli utenti del Basso Valdarno che «punta a informare i cittadini in modo diretto, riducendo la distanza che talvolta può generarsi tra cittadini, enti e servizi pubblici – ha sottolineato il sindaco Giacomo Cucini – Sono convinto che proprio grazie alla forte sinergia tra istituzioni e associazionismo sia possibile migliorare la qualità della vita e il senso di sicurezza della comunità».
Fonte: La Nazione

TORTOLÌ (NU), NUOVO MEZZO PER IL TRASPORTO SOCIALE
Tortolì (NU) ha finalmente il suo mezzo per il trasporto sociale di anziani e persone con disabilità. La benedizione al nuovo mezzo è stata impartita dal vicario della diocesi d’Ogliastra, don Giorgio Cabras. «Tortolì-Arbatax – affermano gli amministratori comunali – ha il suo mezzo per il trasporto sociale di persone anziane e disabili verso luoghi di cura e centri socio-assistenziali in tutto il territorio ogliastrino. Il veicolo attrezzato, dotato di pedana, è stato affidato all’Auser Ogliastra per due anni. Il tutto in comodato d’uso gratuito». Il progetto, che ha come obiettivo garantire una migliore mobilità alle persone che hanno diverse difficoltà motorie, è stato fortemente voluto dall’amministrazione comunale  e dall’ Auser. L’intero progetto è stato reso possibile grazie a ventitré sponsor dell’intera area ogliastrina, che hanno partecipato versando ognuno una propria quota all’acquisto del mezzo, e alla collaborazione della Pmg Italia.
Il veicolo, un Fiat Doblò, sarà a disposizione, gratuitamente, di cittadini e cittadine che potranno richiederne l’utilizzo tramite l’Auser Ogliastra, prenotando attraverso il numero di telefono cellulare 331/5849989, attivo dal lunedì al venerdì, la mattina dalle ore 9 alle 13 e la sera dalle ore 16 alle 20.
Fonte: La Nuova Sardegna

Emergenza Estate


GENOVA: “AIUTO ANCH’IO”, CONTRO IL CALDO CONVOLTI ANCHE I MIGRANTI
Per la prima volta saranno coinvolti anche i migranti, nella task force di “angeli custodi” degli anziani genovesi per prevenire e fronteggiare le conseguenze delle ondate di calore.
È il progetto “Aiuto anch’io!”, che ha avuto via libera con una delibera approvata dalla giunta comunale di Genova nell’ambito dell’operazione Estate Sicura.
In prima fila, nel ruolo di coordinamento, c’è l’Auser, ma sono coinvolte cooperative sociali e associazioni di volontariato.
Hanno già aderito una quindicina tra richiedenti asilo e rifugiati ospitati in città. Ognuno di loro sta preparandosi per formare una coppia con un altro volontario di associazioni e realtà operanti da tempo a favore della terza età, già mobilitate quest’inverno per l’emergenza freddo in una catena di solidarietà che conferma ancora una volta quanto forte batta il cuore di Genova per i più deboli. I migranti si occuperanno di aiutare gli anziani, specialmente quelli che vivono soli, in azioni quotidiane come fare la spesa, spostamenti, consegna di farmaci. Alcuni opereranno nelle case di riposo e nei centri sociali.
Diverse le misure varate dal centro di riferimento ligure per le ondate di calore, con Alisa e Asl3 genovese in regia per il “Piano caldo” regionale che vede 3000 persone (in particolare anziani) a rischio segnalate alla guardia medica. Previsti ricoveri brevi in caso di allerta rossa o arancione. Il servizio “Meglio a casa” è la possibilità di sostegno a domicilio di un assistente familiare, come una badante, per il periodo massimo di 30 giorni, per gli anziani valutati a elevato rischio di suscettibilità allo “stress termico”, residenti nei distretti sociosanitari genovesi. Il piano della giunta Bucci prevede inoltre di mettere a disposizione presso i Municipi alcuni locali climatizzati presenti nei centri civici e sociali. Confermati i custodi sociali, coordinati su tutto il territorio regionale dalla coop sociale Televita Agapé: a Genova sono 65, con il call center che sta viaggiando su una media di 400 chiamate settimanali. I medici di medicina generale, le strutture residenziali e semiresidenziali sono stati sensibilizzati su adeguata idratazione dei pazienti e climatizzazione ambientale. Attraverso Televita Agapé, in caso di allerta, viene inviato alle persone più a rischio il bollettino del Sistema Nazionale di allarme per le ondate di calore. Attivo il numero verde 800995988 a disposizione dell’utenza tutti i giorni, dalle 8 alle 20, per informazioni, orientamento e interventi di prossimità.

ASTI, PIANO PREVENZIONE CONTRO IL CALDO
Ad Asti gli over 65 sono in costante aumento: oltre 9 mila cittadini hanno superato i 75, 2733 sono over 80.
L’assessore Mariangela Cotto (Politiche sociali) ha riunito enti e associazioni, con l’invito a collaborare e adoperarsi per ridurre i pericoli per la salute di chi è avanti con l’età.
Lauretana ha consegnato un camion di bottiglie d’acqua grazie all’intervento dell’associazione Il Dono del volo, per contrastare la disidratazione. Dall’associazione Auser la disponibilità a collaborare per la distribuzione delle bottiglie, pronta a fare rete anche l’associazione Peter Pan e non solo. Sul territorio tante le realtà impegnate nel mondo degli over, dai centri sociali all’Utea (2700 iscritti per il 90% over 65). Per combattere la solitudine si guarda anche al rapporto tra anziani e amici a quattro zampe, attraverso un progetto che coinvolge l’ordine dei veterinari e dei farmacisti per aiutare gli over nell’adozione e mantenimento di animali ospiti di canili e gattili. Intanto si mettono in moto le iniziative d’estate come le cene e le serate danzanti organizzate dai centri sociali per la terza età Dovano, Comotto, Filo d’Argento, Amici miei e Ritroviamoci, fino alla tradizionale festa di Ferragosto con l’Auser.ù
Fonte: La Stampa

TAGLIO DI PO (RO), ESTATE DI SOLIDARIETA’
Anche quest’anno l’Auser Volontariato di Taglio di Po, conferma il proprio impegno per aiutare gli anziani ad affrontare con serenità il periodo estivo e lo fa mettendo in campo due iniziative all’insegna della  socializzazione e del tempo libero. La prima iniziativa è quella dei Soggiorni climatici organizzata in collaborazione con l’assessorato alle Politiche Sociali . Domenica 24 giugno, ben 24 persone sono partite alla volta di Boario Terme per trascorrere 15 giorni all’insegna dell’equilibrio e del benessere, uniti ad un piacevole svago ed immersi in un incantevole paesaggio. La seconda iniziativa è Nonni al mare iniziata lunedì 25 giugno. Per quattro settimane, dal lunedì al venerdì, gli anziani verranno accompagnati dai volontari dell’Auser con il pulmino dell’associazione presso il Bagno Happy Days di Rosolina Mare ed assistiti per l’intera mattinata. Grazie a questo progetto molti anziani possono rivedere il mare, prendere il sole in spiaggia, riassaporare l’emozione di un bagno, fare colazione in riva al mare.
Fonte: il Gazzettino di Rovigo

PADERNO DUGNANO (MI), ESTATE INSIEME
Arriva l’estate e con la stagione più calda è al via anche la campagna Estate insieme, la rassegna di servizi e proposte per la terza età messe in campo dall’amministrazione comunale in collaborazione con le associazioni Auser E Florence, la cooperativa Controluce ed Ebm. Dal 16 luglio al 31 agosto Rimarranno attive le possibilità di assistenza domiciliare, per le prestazioni di natura socio assistenziale presso la propria abitazione, così come la consegna dei pasti. Per l’incontro e l’aggregazione non mancheranno il centro diurno integrato Ein Karem del Villaggio Ambrosiano e i punti di riferimento offerti dai centri anziani di Palazzolo, Calderara e piazza Falcone e Borsellino. Per venire incontro alle esigenze delle fasce più deboli proprio in un periodo in cui le città si svuotano per le vacanze sarà possibile a titolo gratuito, prenotandosi telefonicamente, aderire al servizio di ritiro presso la propria abitazione delle ricette mediche: gli incaricati provvederanno poi all’acquisto dei medicinali necessari e li riconsegneranno a casa. La stessa procedura vale anche per l’accompagnamento alle strutture sanitarie per le visite mediche o negli esercizi commerciali per la spesa. Confermato anche il pranzo di Ferragosto al parco Toti: i ticket di partecipazione, con un’offerta minima di 4 euro che saranno devoluti a progetti dedicati al sociale, sono disponibili presso le sedi Auser e Florence.
Fonte: Il Cittadino di Monza e Brianza.
 

Anziani e dintorni

 LE PENSIONI NON SI TOCCANO. L’APPELLO DEI SINDACATI DEI PENSIONATI
“Le pensioni non si toccano. Il governo farebbe bene a fermarsi prima di fare degli errori e ad aprire un confronto serio e di merito con i Sindacati”.Lo dichiarano in una nota i Segretari generali di Spi-Cgil, Fnp-Cisl e Uilp-Uil Ivan Pedretti, Gigi Bonfanti e Romano Bellissima. “Tra ipotesi di ricalcoli, contributi di solidarietà e tagli sopra una certa soglia – continuano i sindacalisti – è del tutto evidente che l’intenzione è quella di mettere ancora una volta le mani nelle tasche dei pensionati provocando così l’ennesimo danno a uomini e donne che hanno lavorato per una vita.
È un film già visto e sarebbe una clamorosa retromarcia rispetto a quanto fatto in questi ultimi anni con l’allargamento e il potenziamento della 14esima”.
“Siamo pronti a confrontarci con il governo – concludono i Segretari di Spi, Fnp e Uilp – ma diciamo fin da ora che siamo assolutamente indisponibili a ragionare su interventi che avrebbero come unico fine quello di fare cassa con le pensioni”.

DALLO SPI CGIL UN OSSERVATORIO SULLE RESIDENZE PER ANZIANI IN ITALIA
Lo Spi Cgil nazionale si è dotato di un Osservatorio sulle residenze per gli anziani in Italia allo scopo di monitorare le principali caratteristiche dell’evoluzione dell’offerta alle famiglie.
In particolare l’indagine è rivolta alla comprensione di come le strutture residenziali pubbliche e private promuovono le loro attività e comunicano alle famiglie i servizi offerti e le professionalità impiegate, all’esame della regolazione regionale delle modalità di comunicazione, all’individuazione di parametri ottimali idonei ad innalzare i livelli di trasparenza e qualità dell’informazione resa ai cittadini.
La rilevazione dei dati sulle residenze per anziani in Italia (Rsa, case di riposo, case famiglia, case albergo, residenze protette, ecc.), effettuata dall’IRES Morosini per conto dello Spi-Cgil ricorrendo alle informazioni presenti su internet (motori di ricerca, elenchi regionali, siti web delle strutture residenziali, offerte commerciali), ha per ora portato alla individuazione di circa 6.500 strutture ubicate nelle diverse regioni.
La banca dati dell’Osservatorio costituisce una rilevante fonte d’informazioni, che verrà offerta alle famiglie attraverso un servizio online già attivo e consultabile a questo indirizzo: http://www.iresluciamorosini.it/rsa/ .
Per qualsiasi ulteriore approfondimento sulle informazioni rese note è possibile rivolgersi alla sede dello Spi-Cgil più vicina. Qui l’elenco completo: http://www.spi.cgil.it/dove-siamo

AL VIA   WWW.NONNOAMICO.IT UN AIUTO ALLE FAMIGLIE DELLA  LOMBARDIA PER ORIENTARSI NEL DEDALO DELLE PROPOSTE DI CURA E ASSISTENZA PER GLI ANZIANI
Il Progetto nasce dall’idea di un direttore di Residenza Sanitaria Assistenziale della provincia di Bergamo: fornire una “bussola” ai famigliari di anziani per orientarsi nella scelta  di servizi e strutture di assistenza socio-sanitaria della Regione Lombardia. E’ ben nota infatti la difficoltà cui vanno incontro le famiglie nel momento in cui si confrontano con questa necessità: informazioni frammentarie, non aggiornate, difficilmente reperibili. Lo scopo del sito consiste nel fornire un aiuto semplice e pratico e nel facilitare la conoscenza dei servizi presenti sul territorio,  aiutando ad orientarsi nel dedalo di proposte di Assistenza che ruotano attorno alle Persone Anziane.
E’ stata approntata anche una versione mobile del Sito www.nonnoamico.it fruibile da smartphone.
La ricerca, per ora limitata in modo completo alla Regione Lombardia avviene attraverso una serie di “chiavi di accesso” in modo semplice e guidato. Un cursore permette, inoltre, di selezionare le Strutture sia in base alla Distanza dal Luogo di Interesse, sia in base al costo dei Servizi Offerti. Una volta arrivati nella pagina dei risultati, cliccando sul tasto “Informazioni” si aprirà una schermata con tutte le indicazioni per accedere ai Servizi Offerti da ciascuna Struttura.
Tutti i Dati riportati nel Sito provengono da Fonti Pubbliche.
Per info  www.nonnoamico.it E‐mail: info@nonnoamico.it

Associazionismo Volontariato Terzo Settore

IMPRESA SOCIALE 4.0. INVERSIONE DI TENDENZA DOPO 5 ANNI DI TREND POSITIVO. PRESENTATI I DATI DELL’OSSERVATORIO ISNET
Crescono al 19.5% le imprese sociali in difficoltà (+4,5% rispetto al 2017) mentre si registra una flessione seppur lieve delle imprese con un andamento  in crescita (che passano dal 42% al 40% ). Diminuiscono di 8 punti percentuali anche le imprese sociali che prevedono incrementi del personale. Aumentano gli investimenti in innovazione (+ 13,7% che hanno sviluppato nuovi prodotti e servizi; +8,3% di imprese che hanno identificato nuove aree geografiche in cui operare). Un trend che rivela un certo dinamismo dell’impresa sociale, che tuttavia, non sempre si accompagna ad una piena capacità di cogliere le opportunità. Infatti ben il 37% degli intervistati, non è consapevole dell’importanza della  rivoluzione 4.0
Sono alcuni dei dati dell’Osservotorio Isnet presentati a Roma il 10 luglio. L’Osservatorio Isnet, giunto alla sua XII edizione, rappresenta un appuntamento ormai di rito per aggiornare gli indicatori economici dell’impresa sociale e restituire una fotografia delle principali dinamiche e direzioni di sviluppo.
Il Panel Isnet è composto da 500 imprese e rappresentativo delle imprese sociali in Italia (cooperative sociali di tipo A e B,  loro Consorzi e imprese sociali ex Lege, società benefit b-corp e SIAVS, le start up innovative a vocazione sociale).
Il Rapporto completo sul sito www.impresasociale.net

CAPORALATO, IL 12 LUGLIO A FOGGIA L’EVENTO CONCLUSIVO DEL PROGETTO ADOC “SIAMO UOMINI O CAPORALI”
Giovedì 12 luglio a Foggia, presso il Palazzetto dell’Arte dalle ore 16, si terrà l’evento conclusivo del progetto di Adoc “Siamo Uomini o Caporali” e verrà inaugurata la mostra fotografica “H U M A N S” sul caporalato. Il progetto “Siamo Uomini o Caporali” finanziato dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, ha come obiettivo principale la promozione della legalità e della sicurezza nei rapporti di lavoro dei settori agricolo, dell’edilizia e del manifatturiero, al fine di prevenire lo sfruttamento dei lavoratori, soprattutto immigrati, e offrire un’importante supporto alle persone impiegate in lavori stagionali, sottopagati e sfruttati attraverso servizi di informazione e assistenza che portino alla denuncia del “caporale”, ma anche servizi di intermediazione lavorativa, attraverso la collaborazione con aziende che intendono aderire al progetto, che favoriscano il regolare inserimento nel mondo del lavoro. Altri obiettivi del progetto sono: creare un sistema rete che possa offrire informazioni per la regolare assunzione dei lavoratori stagionali; creare un sistema di collaborazione tra le sedi territoriali ADOC e gli stakeholders territoriali che già svolgono attività al fine di contrastare il fenomeno e aziende in grado di offrire accesso a regolari assunzioni lavorative; individuare e diffondere pratiche per la valorizzazione delle aziende impegnate nelle attività di contrasto del caporalato, anche attraverso percorsi di integrazione dei lavoratori; eventi per promuovere i prodotti doc e certificati, con personale esperto che indichi come rilevare i prodotti illegali.
Per info: www.adocnazionale.it ufficiostampa@adocnazionale.it

RIFORMA TERZO SETTORE, ACCORDO TRA IL CONSIGLIO NAZIONALE DEI COMMERCIALISTI E CSVNET
Linee guida sul comportamento degli organi sociali degli enti del Terzo settore (Ets), attività di formazione e informazione, confronto costante sul tema dell’autocontrollo degli stessi Ets.
Sono i contenuti principali di un Protocollo d’intesa firmato nei giorni scorsi tra il Consiglio nazionale dei dottori commercialisti e degli esperti contabili (Cndcec) e l’Associazione dei centri di servizio per il volontariato (CSVnet). L’iniziativa si inquadra nel contesto della recente riforma del Terzo settore ed è volta ad avere effetti sia nella attuale fase di entrata in vigore che a regime.
La prima finalità dell’intesa è la predisposizione di linee guida su come gli organi sociali degli enti del Terzo settore (assemblee, direttivi, revisori, garanti ecc.) devono comportarsi caso per caso in ordine alle responsabilità e alle funzioni indicate dalla normativa vigente.
I due enti si impegnano quindi a promuovere, a livello nazionale e locale, corsi e seminari di formazione, conferenze, convegni, pubblicazioni sulla riforma. Nel caso delle iniziative di formazione, anche specialistica, il Consiglio dei commercialisti potrà riconoscere agli iscritti all’albo i crediti necessari per adempiere agli obblighi della formazione professionale continua.
La convenzione prevede poi l’elaborazione di criteri, requisiti e procedure per l’esercizio dell’attività di autocontrollo da parte dei Csv nei confronti degli Ets loro associati (in base all’art. 92 del Codice del Terzo settore), anche per favorire il coinvolgimento dei commercialisti a livello locale in tale attività. Per questo motivo, il Cndcec e CSVnet favoriranno la formalizzazione di specifiche intese tra gli Ordini locali dei commercialisti e i Centri di servizio competenti territorialmente.
Per ulteriori nformazioni: CNDCEC: Mauro Parracino, parracino@commercialisti.it, 334 3837514
CSVnet: Clara Capponi, ufficiostampa@csvnet.it, 340 2113992


nessun commento a "News nazionali - 11 luglio 2018"

    vuoi scrivere un commento?