News nazionali – 16 maggio 2018

SAVE THE DATE. I NONNI COME OPPORTUNITÀ CONTRO LE POVERTÀ EDUCATIVE. IL 6 GIUGNO A FIRENZE ALL’ISTITUTO DEGLI INNOCENTI PRESENTAZIONE NAZIONALE DEL PROGETTO
Si terrà a Firenze il prossimo 6 giugno dalle ore 10 alle 13,30 presso l’Istituto degli Innocenti Salone Brunelleschi, l’evento di presentazione del progetto di cui  Auser Lombardia è capofila “I nonni come fattore di potenziamento della comunità educante a sostegno delle fragilità genitoriali”, realizzato nell’ambito del bando per la prima infanzia affidato per la gestione da Fondazione con il Sud all’Impresa Sociale  “Con i bambini”. Il progetto mira a creare una vera e propria rete di “Nonne e nonni di comunità” per dare supporto alle genitorialità fragili e valorizzare le risorse che i nonni volontari Auser possono offrire, soprattutto in territori dove i servizi scarseggiano e povertà educativa ed economica si sommano.
Il progetto della durata di 3 anni, coinvolge quattro regioni: Lombardia, Toscana, Umbria e Basilicata e una vasta rete di 47 partner tra cui oltre Auser Lombardia, Auser Toscana, Auser Umbria, Auser Basilicata, Università Bicocca di Milano, Università di Firenze, la Fondazione Asilo Mariuccia di Milano, l’Istituto degli innocenti di Firenze, Comuni e cooperative sociali.

ACCUMOLI (RI), IL 27 MAGGIO INAUGURAZIONE DEL NUOVO CENTRO DI AGGREGAZIONE COFINANZIATO DA AUSER
E’ riciclabile, antisismico  ed è lo sviluppo italiano di un sistema costruttivo giapponese. E’ il nuovo centro Polifunzionale di Accumoli (Rieti), uno dei paesi più colpiti dal terremoto del  2016. Si chiama “Accupoli”   il nuovo centro di aggregazione destinato ad ospitare  eventi e incontri per la collettività ed è la prima struttura in Italia realizzata, nelle parti portanti, in legno compensato. La struttura è stata progettata dal Politecnico di Torino e realizzata grazie ad una gara di solidarietà di molti soggetti che vale circa 300mila euro: oltre al contributo della Compagnia di San Paolo e di Acri (l’associazione che rappresenta collettivamente le Fondazioni di origine bancaria) anche l’Auser ha contribuito con  circa 32mila euro, frutto di una parte della raccolta fondi nazionale scattata all’indomani del sisma. Con i fondi che sono stati messi a disposizione, l’Auser ha contribuito alla realizzazione della rampa d’accesso esterna alla struttura ed agli arredi interni.
Il progetto  è stato selezionato in Arcipelago Italia e sarà esposto al Padiglione Italia della Biennale di Architettura di Venezia di quest’anno.
L’inaugurazione si terrà domenica 27 maggio alle ore 11.00 a seguire concerto dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia.

MARINA DI GINOSA (TA), NASCE LO SPORTELLO CONTRO LA VIOLENZA SU DONNE E BAMBINI
E’ stato inaugurato a Marina di Ginosa (TA) un nuovo sportello sociale per il contrasto alla violenza e al maltrattamento su donne e bambini. L’iniziativa è frutto di una collaborazione tra Auser e Spi-Cgil.
«La Lega dello Spi-Cgil e l’Auser di Marina di Ginosa sono state compatte nell’esprimere ampia soddisfazione per aver supportato questa apertura – si legge nella nota della lega e dell’Auser – “frutto” della richiesta compiuta e portata avanti con la conferenza molto partecipata del 25 gennaio 2018, tenutasi nella sala della delegazione comunale marinese e successivamente sollecitata dai sindacati e dal terzo settore nei tavoli di concertazione per la programmazione del IV° Piano Regionale delle Politiche Sociali “uno sportello per ogni Comune». Lo Spi-Cgil e l’Auser di Marina di Ginosa hanno subito ribadito che si tratta di un positivo tassello ma «non esaustivo e sollecitano l’ambito territoriale a proseguire su una politica sempre più incisiva, che preveda di: sviluppare e consolidare un sistema di servizi e interventi stabili e diffusi sul territorio, in coerenza con la normativa comunitaria e nazionale; sostenere e dare continuità alle attività dei centri antiviolenza e delle case di rifugio presenti sul territorio, mettendoli al centro della costituzione delle reti locali di intervento a sostegno delle donne; garantire la realizzazione delle progettualità dei Cav e Case Rifugio, che si alimentano anche della prevenzione e del necessario cambiamento culturale».
Fonte: La Gazzetta del Mezzogiorno

VAL CAMONICA (BS), UNA PIATTAFORMA E UNA APP PER GESTIRE IL TRAPORTO SOCIALE
Si chiama «Rti», Rete trasporti Integrati il progetto che, nella bassa Valcamonica, coordina i servizi di trasporto per le persone – anziani non autosufficienti e persone con disabilità – che necessitano di un accompagnamento protetto verso centri di cura e residenziali. Protagonisti l’Auser di Pisogne, i Comuni di Gianico e Darfo, la Polisportiva disabili di Valcamonica e la cooperativa Azzurra: insieme, grazie a un contributo di quasi 20 mila euro da parte della Regione hanno commissionato un software gestionale alla società bresciana Voxart srl. Ogni richiesta di trasporto in arrivo al Filo d’Argento verrà dunque elaborata tenendo conto di più fattori. Prima di tutto della patologia del trasportato, quindi delle sue esigenze, per esempio se serve o meno un carrello elevatore, e del viaggio da compiere. Grazie a queste e altre informazioni accessorie, il programma identificherà il mezzo e il volontario Auser disponibile. I cinque enti coinvolti (il capofila è il Comune di Darfo) mettono complessivamente a disposizione 20 mezzi: autovetture, furgoni e minibus.
«Il software è di semplice utilizzo – precisano Paolo Duina e Massimo Cinquini di Voxart – e fornisce risposte sicure. Permette di mettere in rete i mezzi delle cinque realtà coinvolte: al momento della richiesta l’operatore dovrà inserire diversi dati come la meta del viaggio, l’orario della visita, la presenza o meno di un accompagnatore. Il volontario, invece, verrà segnalato e avvertito in base alla sua disponibilità precedentemente accertata dall’ufficio logistica». «È un progetto importante – chiude Vincenzo Raco, presidente comprensoriale dell’Auser – che permette di mettere ordine in un settore già molto efficiente e che non ha eguali sul territorio». Il riferimento è sempre il numero verde del Filo d’Argento, 800995988, al quale va effettuata la richiesta di trasporto: gli operatori dell’ufficio logistica la gestiranno attraverso il nuovo software.
Fonte: Brescia Oggi

TORRE SANTA SUSANNA (BR), XXIV EDIZIONE DEL CONCORSO DI POESIA A TEMA LIBERO
Sia rinnova anche quest’anno il Concorso di Poesia S. Maria di Crepacore, giunto alla XXIV edizione. Indetto per la prima volta nel 1995 dall’Amministrazione Comunale con l’intento di valorizzare il sito storico archeologico di Santa Maria di Crepacore, dal 2003 è il Centro Auser Rosanna Benzi di Torre Santa Susanna a promuovere direttamente l’evento.
Il concorso di poesia a tema libero in lingua italiana o in vernacolo è nazionale, possono partecipare tutti i cittadini con un’età superiore ai 14 anni. C’è tempo fino al 30 giugno per inviare la propria poesia, la cerimonia di premiazione è prevista per il 5 agosto presso la chiesa di San Pietro di Crepacore.
Per informazioni sul bando e le modalità di partecipazione: Segreteria Centro Auser R. Benzi g.diviggiano@alice.it 339-7917444.

TRANI, CORSO GRATUITO PER IMPARARE A FARE BLOGGING NEL VOLONTARIATO
Nei giorni  17-19-22 maggio 2018 presso il Centro Polivalente Villa Guastamacchia, in via Sant’Annibale Maria di Francia 41 a Trani, l’Auser ospita il corso gratuito di formazione specifica promosso dal CSV San Nicola Di Bari dal titolo “Imparare a fare blogging nel volontariato”.
Il corso è finalizzato a formare dei volontari che siano in grado di aggiornare e gestire in maniera autonoma il blog con foto, video e articoli. Durante il percorso di formazione si parlerà dell’importanza del blog nel volontariato, come si crea un piano editoriale e l’uso dei social media per il blogging.
Formatore sarà Vincenzo Topputo e tutor Nicola Parente.
Per informazioni ed iscrizioni chiamare il presidente Antonio Corraro, cell. 3663639682.

LECCO, CAMPI DI VOLONTARIATO ANTIMAFIA IN TRE BENI CONFISCATI
Anche quest’anno Arci Lecco, insieme a Libera Lecco, Auser Volontariato Lecco, Cgil e Spi e in collaborazione con Legambiente e AlmaFaber organizzano dal 27 luglio al 4 agosto il campo antimafia “ATtivaTORI di Cittadinanza”. Partecipando al campo di volontariato i ragazzi potranno svolgere  attività presso alcuni beni confiscati della città e della provincia di Lecco,  durante le quali si avrà modo di conoscere la storia di questi luoghi e delle associazioni che li gestiscono o dei progetti a cui sono destinati.  Le attività si svolgeranno presso tre beni confiscati del  territorio: “Fiore Cucina in Libertà”, l’immobile che sorge in via Belfiore 1 ora pizzeria e centro per attività sociali e culturali ,  “Il Giglio” l’ex pizzeria ora sede di un centro di aggregazione per anziani nel quartiere Pescarenico e “Le Querce di Mamre”, villetta sita a Galbiate ora sede di un Centro Diurno Integrato per persone anziane.
Quella dei campi e dei  laboratori antimafia è un’attività che Arci, insieme ai partner, dal 2004 organizza in tutta Italia anche con il coinvolgimento di realtà internazionali. Su terreni confiscati alle mafie, i campi di lavoro sono  rivolti a giovani volontari provenienti da tutta Italia, in cui le attività lavorative si alternano a sessioni di studio, informazione e formazione sui temi della lotta alla mafia. Per quest’anno sono in programma  19 campi, che si svolgeranno in diverse località delle province di Palermo, Verona, Reggio Calabria, Venezia, Brindisi, Lecco, Pesaro-Urbino, Crotone e che vedranno il coinvolgimento di  centinaia di giovani volontari provenienti da tutta Italia.
Le iscrizioni  saranno raccolte fino a sabato 30 giugno 2018 all’indirizzo legalitademocratica@arcilecco.it
Fonte:giornaledilecco.it

PAOLA (CS), FILM DOCUMENTARIO SU SAN FRANCESCO DA PAOLA CON CARLO LUCARELLI
“I due viaggi di Francesco tra storia e culto” è un  film documentario su San Francesco da Paola con Carlo Lucarelli interprete d’eccezione. Lo ha prodotto l’UniAuser di Paola “V. Padula” con il sostegno del Comitato Regionale in occasione del VI Centenario della nascita del Santo e il patrocinio del Comune. Chiamato dal sovrano più potente del tempo, Luigi XI di Francia, nel 1483 San Francesco intraprese un lungo viaggio da Paola a Tours. Durante il suo cammino incontrò Re, principi, Papi e fu da tutti ossequiato e riverito. In Francia soggiornò per oltre 24 anni, fino alla sua morte avvenuta il 2 aprile del 1507. Il documentario narra il viaggio nel culto e nella storia di Francesco da Paola, oggi patrono della Calabria e della gente di mare, fondatore di un ordine che porta il suo nome. Un uomo che attraversò un’ epoca di grandi cambiamenti, a cavallo di due secoli.
Il documentario è disponibile in dvd, chi fosse interessato può contattare la sede di Auser Paola:
info@auserpaola.it tel 0982-589028.

CONOSCERSI A TAVOLA A CARNAGO (VA)
Domenica 27 maggio presso la sede Auser  Insieme di Carnago (VA),in via Vittorio Veneto 9,  si terrà la presentazione del progetto “Conoscersi a tavola”. E’ un progetto promosso da Auser Nazionale cofinanziato dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali che oltre alla Lombardia coinvolge Basilicata, Emilia Romagna, Lazio, Marche, Puglia, Toscana e Umbria.  Si rivolge alle persone non solo anziane a cominciare da chi vive solo e in  condizione di difficoltà per promuovere  stili di vita più sani, piacevoli occasioni di incontro   con le generazioni più giovani e interessanti opportunità di apprendimento.
Appuntamento a partire dalle ore 11 con la presentazione del progetto e l’illustrazione del questionario sulle abitudini alimentari; a seguire pausa pranzo con risottata, intervento della dott.ssa Debora Salvaderi biologa nutrizionista sull’alimentazione come stile di vita.
Per info Auser Cavriago 3381697807.

NASCE A CA’ D’ANDREA (CR)  L’OFFICINA DELL’AIUTO DOVE TUTTO SI RIPARA
E’ stata inaugurata  a Cà d’Andrea  in piazza della Vittoria,  l’Officina dell’aiuto, un progetto dell’Auser  perfezionato assieme al Consorzio Casalasco dei Servizi Sociali all’interno di “Fare Legami”. Si tratta di un luogo, recuperato in centro a Cà d’Andrea, in cui le persone potranno usufruire gratuitamente di attrezzature sanitarie, come carrozzine ad esempio, e non solo. Questo posto si presenta però come una vera e propria officina dove, in caso di guasto, i volontari dell’Auser saranno pronti a riparare gli oggetti, curando così manutenzione e recupero, evitando lo spreco. Presenti all’inaugurazione le istituzioni locali e tanti cittadini, musica e rinfresco in piazza.
A curare il progetto in prima persona è stata l’Auser provinciale di Cremona con il contributo di Nino Tortorici, presidente di Auser per la sezione del Casalasco.
Per informazioni 335-1954236 oppure provincialecremona@auser.lombardia.it

CASTELMASSA (RO), UN ANNO DA RECORD PER L’UNIVERSITA’ POPOLARE
E’ stata una festa tra poesie che raccontano le tradizioni, piccoli e grandi lavori artistici e le note del coro. Si è concluso così un anno a tu per tu con il sapere grazie alle lezioni portate avanti dall’università popolare del tempo libero di Castelmassa, Calto e Castelnovo Bariano (RO). Nei giorni scorsi si è svolta la cerimonia di chiusura dell’anno accademico 2017/2018 dell’università popolare del tempo libero Auser, un anno che rimarrà negli annali per il record che ha fatto segnare. Al programma di quest’anno hanno preso parte 223 iscritti, un vero e proprio esercito di cittadini appassionati di libri, arte e cultura in generale. Che finalmente, ormai non più ragazzini, hanno potuto approfondire magari quegli interesse rimasti per tanto tempo nel cassetto e che non potevano coltivare magari per motivi di lavoro.
L’università è stata una fucina di attività con l’organizzazione di numerosi laboratori non solo culturali, ma soprattutto pratici. Laboratori durante i quali le potenzialità di molti si sono espresse e i desideri tenuti nel cassetto si sono liberati diventando piccole grandi opere d’arte. La presidente dell’università Anta Pini, che ha dato grande impulso con il suo lavoro alle attività ed alle iniziative didattiche, ha rivolto i suoi complimenti a tutti «gli studenti» per la loro partecipazione sempre costante ed attiva alle lezioni ed ai corsi. La presidente ha ringraziato anche i componenti il direttivo per il loro sostegno nell’organizzazione delle numerose attività. Pini ha soprattutto ha lodato gli artisti che ogni anno dimostrano di migliorare le loro abilità e che hanno realizzato lavori ad arte che hanno suscitato il plauso dei presenti.
Fonte: Il Resto del Carlino

CASALPUSTERLENGO (LO), “TRIGENERAZIONALE, LA SPERANZA NEL LEGAME”
“Trigenerazionale, la speranza nel legame”: è il progetto che l’Auser Lodigiano con la Cooperativa Emmanuele, Auser di Casale e Codogno e la Cooperativa Casalese 2000 hanno messo in campo partecipando al bando Volontariato 2018, finanziato da Regione Lombardia, Fondazione Cariplo, Comitato di Gestione del Fondo Speciale e Centri di Servizi per il Volontariato della Lombardia. «La finalità è quella di favorire l’interazione fra anziani e giovani con programmi che permettano loro di confrontarsi, dialogare e conoscersi. Pure con progetti ai giovani sottoposti a procedimenti penali di lieve entità», dice Alessandro Manfredi di Auser provinciale.
Fonte: Il Giorno

LEGNANO (MI), AUSER CERCA NUOVI VOLONTARI
L’Auser di Legnano (MI) cerca nuovi volontari per continuare a garantire i servizi in convenzione con il Comune. Primo fra tutti quello prestato dai nonni vigili, i volontari che presenziano all’ingresso e all’uscita  dalle scuole per facilitare l’attraversamento delle strisce pedonali da parte dei bambini.
Fra i servizi contemplati ascolto e compagnia telefonica, compagnia domiciliare, aiuto per la spesa, trasporti socio assistenziali, volontariato civico (progetto di accoglienza e integrazione per profughi e migranti ora concluso), gruppi di cammino e servizio di vigilanza nelle scuole. Un ventaglio di servizi che la dice lunga sulla varietà di figure e professionalità presenti in Auser, ma anche sulla necessità di nuovi ingressi nel sodalizio.
Fonte: La Prealpina

GABICCE (PU), TRASPORTO IN SPIAGGIA PER ANZIANI E PERSONE CON DISABILITA’
L’amministrazione comunale fi Gabicce Mare (PU), in collaborazione con l’Auser, mette a disposizione un servizio di trasporto per i cittadini che hanno difficoltà a raggiungere la spiaggia. Il Servizio è rivolto ai residenti con più di 65 anni di età e ai cittadini disabili, in entrambi i casi autosufficienti. Il servizio sarà disponibile tutti i mercoledì e i venerdì a partire dal 4 luglio fino al 31 agosto 2018 con partenza alle ore 7-7.30 e ritorno alle 11-11.30. Le iscrizioni si dovranno effettuare entro il 15 giugno. Per iscrizioni ed informazioni rivolgersi presso l’Ufficio Servizi Sociali del Comune di Gabicce Mare (telefono 0541.820628).
Fonte: Corriere Adriatico

BOVALINO (RC), LABORATORIO DI LETTURA ANIMATA
Auser Noi ci siamo di Bovalino in occasione della settimana contro la povertà educativa promossa da Save the Children organizza per venerdì 18 maggio, alle ore 17.00 presso il Centro Sociale Auser di Bovalino,  un laboratorio di lettura animata.  Anna Laura Tringali e i ragazzi dell’Auser interpreteranno la favola di Pinocchio, seguirà un laboratorio sportivo di tennis.

SIENA, BORSE DI STUDIO PER I GIOVANI ARTISTI CON AUSER E UNICOOP
L’Auser Comunale Siena e l’Unicoop Firenze organizzano, sabato 18 maggio alle 16.30, presso l’Opificio delle Mura, in piazzetta delle Terme, l’inaugurazione della mostra delle opere realizzate dagli studenti delle classi V della sezione Bidimensionale dell’Istituto Artistico Buoninsegna, in concorso per borse di studio sul tema della solidarietà e dell’accoglienza e alla loro premiazione.
Sarà possibile vedere le opere in mostra fino al 26 maggio dalle 17 alle 19 esclusa domenica 20.
“Un pomeriggio – afferma Giuliana De Angelis Presidente Auser Comunale Siena – per festeggiare la bravura di questi giovani artisti che meritano un riconoscimento per il loro talento che attua nella realtà il progetto di integrazione generazionale tra giovani e anziani”.
Fonte: sienafree.it

MONTELABBATE (PU), INTEGRAZIONE DEI MIGRANTI CON I LAVORI SOCIALMENTE UTILI
E’ partito nei giorni scorsi a Montelabbate (PU) il progetto sociale di integrazione e coinvolgimento rivolto ai migranti ospitati nella struttura di accoglienza del Farneto, in collaborazione con Auser.
Il progetto coinvolge in tutto nove ragazzi che per i prossimi giorni si dedicheranno alla estirpazione delle erbacce lungo le vie del centro cittadino e ai bordi dei marciapiedi, partendo da Montelabbate e passando nelle prossime settimane nelle altre frazioni del Comune. Un’iniziativa che ha riscosso apprezzamento anche sui social.
Fonte: Corriere Adriatico

SAN SEVERO (FG), DONAZIONE ALLA CASA DI RIPOSO GRAZIE AL TORNEO DI BURRACO
Con il torneo di burraco promosso dallo Spi Cgil, in collaborazione con l’Auser San Severo (FG) e gli Amici del Burraco di San Severo, sono stati donati 800 euro alla Casa di riposo Concetta Masselli. Nell’ambito di “Carosello, il Sindacato dei pensionati in piazza”, di recente, all’interNo della Casa di riposo si è svolto un torneo di burraco. Vi hanno partecipato circa 80 persone. Il ricavato delle iscrizioni al torneo è stato interamente devoluto in beneficenza per sostenere l’opera meritoria della struttura di accoglienza e assistenza sanseverese. «È stata una gran bella giornata», spiega Franco Persiano, segretario generale del Sindacato pensionati italiani della Cgil Foggia. «Questa iniziativa dà continuità al lavoro che stiamo facendo su tutto il territorio, sia in ambito sociale che informativo, in favore di momenti di aggregazione e di sostegno a quanti, come noi, hanno a cuore la qualità della vita dei nostri anziani. Ringrazio la presidentessa Rita Spezzati e il comitato direttivo dell’Associazione Amici del Burraco: il loro impegno e la loro dedizione sono stati preziosi per l’organizzazione di questo evento», aggiunge infine il segretario dello Spi Cgil Foggia.
Fonte: La Gazzetta del Mezzogiorno

PERGINE VALSUGANA (TN), IL NUOVO PRESIDENTE E’ ARMANDO PERGHER
Il direttivo dell’Auser di Pergine Valsugana (TN), ha nominato come nuovo presidente Armando Pergher, che subentra ad Elia Bernardi, che guidava l’associazione dal 2011. Del possibile avvicendamento alla massima carica del sodalizio, che si occupa dell’assistenza agli anziani, si parlava da qualche tempo, e nel corso della recente riunione del consiglio direttivo, la candidatura è stata formalizzata dallo stesso Armando Pergher, che nell’attuale organo di direzione ricopre dal 2011 l’incarico di tesoriere, condividendo con Maria Sartori la vicepresidenza, designato sostituto del presidente in caso di sua assenza. La proposta è stata votata ed approvata all’unanimità. Il nuovo direttivo risulta oggi così formato: Armando Pergher presidente, Maria Sartori riconfermata vicepresidente, mentre Elia Bernardi rimarrà nel direttivo come consigliere. Nel ruolo di consiglieri anche Bruna Lazzeri, Gabriella Bazzanella, Vera Gubert, Gino Bernard. Il neo presidente convocherà prossimamente nella sede di via Tre Novembre il rinnovato direttivo per la distribuzione degli incarichi e per una verifica ed eventuale variazione del programma di attività 2018.
Fonte: Il Trentino

ESTE (PD), BILANCIO POSITIVO PER L’UNIVERSITA’ DEL TEMPO LIBERO
Si è chiuso al Chiostro delle Consolazioni l’anno accademico dell’Università del Tempo Libero di Este (PD). Il bilancio è positivo: gli iscritti sono stati 250, una cinquantina in più rispetto all’anno scorso, provenienti da 29 comuni della provincia. L’età media era di 68 anni, con una netta prevalenza di donne (198 contro 52). Gli insegnanti hanno proposto lezioni, seminari e conferenze su varie materie, dalla storia all’astronomia passando per letteratura, informatica, teatro, musica e molte altre. Non sono mancati neppure uscite tematiche e momenti conviviali. «Partecipare agli incontri dell’Università del Tempo Libero, organizzati da Auser di Este con il Comune, significa anche avere la possibilità di intrattenere rapporti sociali, essere protagonisti attivi della propria vita» osserva il presidente Leopoldo Bressan. «L’amministrazione sostiene con convinzione questa importante attività che consente a sempre più persone di coltivare nuovi interessi, instaurare nuove relazioni e crescere culturalmente. Mi fa piacere che gli allievi provengano da molti comuni, segno che Este si conferma punto di riferimento sociale e culturale del territorio» sottolinea l’assessore Lucia Mulato.
Fonte: Il Mattino di Padova

Dal Sindacato

ROMA, DEI DIRITTI E DELLE LIBERTA’, INCONTRO DIBATITTO DI RADIO ARTICOLO 1
A 40 anni dall’approvazione della legge 194, della 180 e della 833, martedì 22 maggio alle ore 17,30 nella Sala convegni dell’Hotel Domus Romana si svolgerà il dibattito “Dei diritti e delle libertà” al quale parteciperanno Rosy Bindi, Susanna Camusso, Peppe Dell’Acqua e Livia Turco. L’incontro sarà anche l’occasione per brindare al decimo compleanno di RadioArticolo1, l’emittente radiofonica della Cgil.

 

Anziani e dintorni

CNR, IN AUMENTO I GIOCATORI D’AZZARDO ADULTI E ANZIANI
Aumentano i giocatori d’azzardo nella popolazione adulta (15-64 anni) mentre diminuiscono in quella studentesca (15-19 anni). Nel corso del 2017 hanno giocato almeno una volta oltre 17 milioni di italiani (42,8%), contro i 10 milioni del 2014 (27,9%), e fra questi oltre un milione di studenti (36.9%), in calo rispetto agli 1,4 milioni (47,1%) di otto anni prima. A rivelarlo gli studi IPSAD® ed ESPAD® Italia dell’Istituto di fisiologia clinica del Consiglio nazionale delle ricerche di Pisa (Ifc-Cnr). “Aumentano tra gli adulti anche i giocatori problematici, quadruplicati negli ultimi 10 anni, dai 100.000 (0,6% dei giocatori) stimati nel 2007, ai 230.000 (1,3% dei giocatori) del 2010, ai 260.000 (1,6% dei giocatori) del 2013, fino ai 400.000 stimati nel 2017 (2,4% dei giocatori). Di contro, i problematici diminuiscono tra gli studenti dall’8,7% dei giocatori del 2009 ai 7,1% del 2017, in particolare nelle regioni del Centro e Nord Italia, mentre si rilevano incrementi in Sicilia, Basilicata, Calabria, Molise e Abruzzo”, afferma Sabrina Molinaro dell’Ifc-Cnr.
In generale gli uomini (51,1%) giocano più delle donne (34,4%). Tra gli studenti la percentuale di maschi è quasi doppia rispetto alle coetanee (47,3% vs 26,3%).
Il gioco più diffuso resta il Gratta&Vinci: la percentuale di giocatori che lo scelgono sale dal 60,1 del 2010 al 74 al del 2017. Seguono Lotto e Super Enalotto, nonostante la netta diminuzione nello stesso periodo dal 72,7% al 50,5%. Al terzo posto troviamo le scommesse sportive che aumentano dal 18,3% del 2010 al 28% del 2017. Anche tra i giovani il gioco più diffuso è il Gratta&Vinci (64,7%) con una netta predilezione femminile, vi gioca infatti il 58,9% degli studenti contro il 75,5% delle coetanee. Al secondo posto si collocano le scommesse sportive, connotate in senso opposto: 66,9% dei ragazzi contro il 16,8% delle ragazze. Fra gli studenti con profilo problematico il gioco più diffuso sono le scommesse sportive (78,3%), a seguire gratta e vinci (70,4%) e altri giochi con le carte (48,7%), mentre tra gli adulti con profilo problematico il gioco più diffuso sono le scommesse sportive (72,8%), segue il Gratta e vinci (67,5%) e il Superenalotto (43,6%).
Quasi 100.000 persone hanno chiesto denaro in prestito illegale, poco più di 100.000 hanno procurato danni economici ad altre persone e quasi 30.000 hanno subito danni economici in prima persona.
Per info: www.ifc.cnr.it

Associazionismo Volontariato Terzo Settore

“VENTI ANNI DI SERVIZIO” AL VOLONTARIATO: IN UN LIBRO LA STORIA DEI CSV
Il 18 maggio alla Camera dei Deputati (diretta streaming a questo link), CSVnet presenta “Venti anni di servizio”, il libro-reportage (532 pagine) che racconta i primi 20 anni di storia dei centri di servizio per il volontariato.
Dopo la loro istituzione prevista dalla legge quadro 266/91 (che li identifica come nuovi soggetti per il sostegno e la qualificazione delle organizzazioni di volontariato, disponendo che siano finanziati dalle fondazioni di origine bancaria), è infatti dell’ottobre 1997 il decreto che ne stabilisce i compiti.
L’intento del libro non è volgere lo sguardo al passato con puro intento celebrativo: “Dare conto dei primi vent’anni predispone al nuovo scenario che attende i Csv, – scrive il presidente di CSVnet Stefano Tabò, – assicurando memoria e dignità”. Oltre che per un bilancio, CSVnet ha colto infatti l’occasione per un “rilancio” alla luce della legge di riforma (106/2016) e del successivo decreto sul Codice del terzo settore (117/2017): una normativa che richiede ai Csv “di promuovere la presenza e il ruolo dei volontari in tutti gli enti del terzo settore”, mentre la 266 limitava il loro intervento alle sole organizzazioni di volontariato (Odv).
Il libro è frutto di un viaggio fatto di incontri in tutta Italia con testimoni privilegiati (volontari, direttori, presidenti dei Csv ecc.), arricchito da documenti e immagini. Una narrazione che l’autore dei testi, il giornalista Giovanni Augello, ha collocato in una griglia che comprende per ogni Csv: la cronologia degli eventi principali di ogni centro, l’analisi del contesto territoriale, la descrizione dei tanti progetti esemplari varati in questi anni, le parole chiave che definiscono i valori e l’operatività quotidiana, le sfide per il futuro.
Alla presentazione del 18 maggio, dove è previsto un intervento di saluto del presidente della Camera Roberto Fico (da confermare), parteciperanno tra gli altri: Luigi Bobba, sottosegretario al Lavoro e Politiche sociali, Claudia Fiaschi, portavoce Forum terzo settore, Renato Frisanco, ricercatore e vicepresidente Associazione Luciano Tavazza, Marco Granelli, già presidente di CSVnet, Edoardo Patriarca, deputato e presidente del Cnv, Giorgio Righetti, direttore di Acri, Carlo Vimercati, presidente Consulta Co.Ge.
Per info: www.csvnet.it

UNA PETIZIONE AL PRESIDENTE MATTARELLA PER LA PIENA ATTUAZIONE DELL’ARTICOLO 3 DELLA COSTITUZIONE
Si è costituito il Comitato Promotore per la piena attuazione dell’articolo 3 della Costituzione, primo e secondo comma: nessuna discriminazione nei confronti di nessun cittadino. Tutti i cittadini devono vedere rispettata la propria dignità e i propri diritti, riconosciuti dalla legge ma finora non concretamente esigibili. Le diversità che esistono all’interno della società non devono trasformarsi in motivi di disuguaglianza fra i cittadini. Il Comitato, formato da associazioni del mondo della disabilità e del disagio mentale e da accademici, lancia una raccolta di firme su un testo che chiede la piena attuazione dell’articolo 3 da trasmettere poi direttamente al Presidente della Repubblica, massimo garante della Costituzione. La petizione è partita ufficialmente lo scorso  25 aprile sul portale change.org https://www.change.org/p/comitato-promotore-per-l-attuazione-dell-art-3-della-costituzione-articolo-3-la-tua-firma-per-realizzare-l-uguaglianza-tra-i-cittadini).
Fanno parte del Comitato Promotore: Insieme Uguali e Diversi, Tutti Nessuno Escluso, CoorDown, Ylenia e gli amici speciali, Habitat per l’Autismo, Aresam, Oltre le Barriere, Psichiatria Democratica, C.A. Redi – Università di Pavia, G. Destro Bisol – Università La Sapienza di Roma.
Per  info: Ornella Petrucci (338.3887597, insart3@gmail.com

IN LIBRERIA IL VOLUME SUL COHOUSING EDITO DA ALTRAECONOMIA
E’ in libreria dal mese di maggio il volume edito da Altraeconomia e curato da HousingLab, dal titolo “Cohousing. L’arte di vivere insieme”Principi, esperienze e numeri dell’abitare collaborativo”
Un libro per chi nella propria casa non cerca solo un luogo da abitare ma anche il senso di comunità andato smarrito nella società moderna e nelle nostre città caotiche; una mappatura, la più aggiornata, di tutte le esperienze di “abitazione collaborativa” già attive o in cantiere in Italia, che ne racconta al contempo le caratteristiche distintive: gli spazi e i servizi messi in comune, le pratiche sostenibili, le “porte aperte” al quartiere, la creazione di un welfare diffuso e basato sulle relazioni. L’assunto è quindi che, nel cohousing, la “densità” urbana possa rappresentare un’opportunità piuttosto che un problema, là dove “vivere insieme” diventa un punto di forza e il condominio da luogo proverbiale per le liti, diventa un laboratorio di innovazione sociale. Le esperienze di questo libro raccontano infatti una straordinaria normalità, dove le pratiche di mutuo aiuto sono quotidiane e la condivisione è sinonimo di qualità della vita. Questo “manuale” spiega in modo chiaro e comprensibile la natura, lo spirito e la prassi del cohousing. La prima parte del libro riporta, attraverso le voci dei “co-abitanti”, le principali motivazioni che hanno portato a scegliere l’abitare collaborativo. La seconda parte analizza i dati tratti dalla prima “Mappatura dell’Abitare Collaborativo in Italia”, curata da HousingLab e traccia – attraverso numeri e infografiche – una vera e propria “carta di identità”del cohousing e dei suoi co-abitanti. L’ultima parte ospita i contributi di numerosi esperti che rispondono alle FAQ, le domande più frequenti e importanti per chi inizia un percorso di abitare collaborativo: ad esempio se è meglio costruire o ristrutturare, quale forma giuridica adottare, come si gestisce in concreto un cohousing, comne si scrive un “regolamento”, come prendere le decisioni e prevenire i conflitti, quali rapporti instaurare con la Pubblica Amministrazione.
Per info:  info@housinglab.it, www.housinglab.it

RIFORMA TERZO SETTORE, L’APPELLO DEL FORUM: “SIA PORTATA A COMPIMENTO”
“Tanto è stato fatto, ma ciò che resta ancora da fare non può essere rinviato per completare, finalmente, la riforma del Terzo settore. Per cui mi appello al nuovo Governo che in queste ore si sta formando: è importante proseguire il lavoro per arrivare in modo positivo alla scadenza dei correttivi nei primi di agosto”. Cosi Claudia Fiaschi, Portavoce del Forum Nazionale del Terzo Settore, nel convegno “Dentro o fuori? Il futuro delle associazioni del Terzo settore dopo la riforma” che si è svolto  l’11 maggio  a Lucca nell’ambito del Festival Italiano del Volontariato 2018. “I correttivi in discussione agli attuali decreti attuativi – spiega Fiaschi – sono dirimenti per orientare i soggetti del Terzo settore e dare gambe a una riforma che il nostro mondo aspettava da anni. Chiediamo quindi di considerarli prioritari nell’agenda politica del nuovo Governo perché siamo consapevoli della delicatezza che questi temi, in primis quello relativo al nuovo regime fiscale, rappresentano per i nostri enti.”
“Oggi il Terzo settore – conclude Fiaschi – è pronto per giocarsi le sfide della riforma ma chiede di avere certezze”. Fiaschi si è poi rivolta  al mondo associativo invitandolo “a fare squadra anche con le istituzioni locali in maniera tale da costruire strategie virtuose in cui l’intervento pubblico e quello del Terzo settore possano realizzare le condizioni per un nuovo ed efficace universalismo del welfare”.
Per info: www.forumterzosettore.it


nessun commento a "News nazionali - 16 maggio 2018"

    vuoi scrivere un commento?