News nazionali – 4 luglio 2018

UNA MAGLIETTA ROSSA PER FERMARE L’EMORRAGIA DI UMANITÀ, AUSER ADERISCE ALL’INIZIATIVA LANCIATA DA LIBERA PER SABATO 7 LUGLIO
Rosso è il colore che ci invita a sostare. Ma c’è un altro rosso, oggi, che ancor più perentoriamente ci chiede di fermarci, di riflettere, e poi d’impegnarci e darci da fare. È quello dei vestiti e delle magliette dei bambini che muoiono in mare e che a volte il mare riversa sulle spiagge del Mediterraneo. Comincia così l’appello lanciato dal presidente di  Libera don Luigi Ciotti  insieme a  Francesco Viviano, giornalista Francesca Chiavacci, presidente nazionale Arci Stefano Ciafani, presidente nazionale Legambiente Carla Nespolo, presidente nazionale ANPI perché il prossimo 7 luglio si indossi una maglietta rossa. Auser ha aderito all’appello.
“Di rosso era vestito il piccolo Alan, di rosso erano vestiti i tre bambini annegati l’altro giorno davanti alle coste libiche – prosegue l’appello-  Di rosso ne verranno vestiti altri dalle madri, nella speranza che, in caso di naufragio, quel colore richiami l’attenzione dei soccorritori. Muoiono, questi bambini, mentre l’Europa gioca allo scaricabarile con il problema dell’immigrazione – cioè con la vita di migliaia di persone – e per non affrontarlo in modo politicamente degno arriva a colpevolizzare chi presta soccorsi o chi auspica un’accoglienza capace di coniugare sicurezza e solidarietà. Bisogna contrastare questa emorragia di umanità, questo cinismo dilagante alimentato dagli imprenditori della paura. L’Europa moderna non è questa. L’Europa moderna è libertà, uguaglianza, fraternità. Fermiamoci allora un giorno, sabato 7 luglio, e indossiamo tutti una maglietta, un indumento rosso, come quei bambini. Perché mettersi nei panni degli altri – cominciando da quelli dei bambini, che sono patrimonio dell’umanità – è il primo passo per costruire un mondo più giusto, dove riconoscersi diversi come persone e uguali come cittadini.”
Per adesioni  organizzazione@libera.it

ROMA, IL DIRITTO DI INVECCHIARE A CASA PROPRIA. IL 19 LUGLIO SEMINARIO DI ABITARE E ANZIANI SUI NUOVI MODELLI ABITATIVI E WELFARE DI PROSSIMITA’
Il 19 luglio 2018 presso la  Sala delle Regioni dello  Spi-Cgil Nazionale  in Via dei Frentani,4/a dalle ore  9,30 alle 13,30 si terrà il seminario nazionale di Abitare e Anziani dedicato al diritto degli anziani a invecchiare a casa propria. “L’affermazione del diritto di invecchiare a casa propria – afferma la nota di AeA – si fonda sulla qualità tanto della condizione abitativa in cui vivono gli anziani, quanto sulla qualità del welfare di prossimità in cui si svolge la loro vita quotidiana. Attualmente sia l’una che l’altra condizione presentano non pochi elementi problematici. La loro soluzione comporta, come indica il rapporto “Anziani e casa nell’unione Europea”, di ripensare profondamente le relazioni degli anziani  con la casa e il contesto di quartiere. Si tratta, in particolare, di adeguare ai nuovi bisogni degli anziani le tipologie e i modelli abitativi creando le condizioni per una residenzialità leggera, di mettere a punto un sistema continuo di assistenza sociosanitaria nel quadro di Piani di zona integrati con la dimensione urbanistica, di ridurre drasticamente le infinite barriere architettoniche che ostacolano la vita anche a persone nel pieno delle energie, di rendere sempre più disponibili i servizi di tecno-assistenza intelligente”.
Il seminario sarà l’occasione per una riflessione generale sulle condizioni di vita della popolazione anziana nelle nostre città grandi e piccole. La finalità è di produrre primi orientamenti per l’iniziativa territoriale sindacale e del volontariato con particolare riferimento al rapporto con le istituzioni.
Presiede Marco Di Luccio  Presidente  AeA, introduce Claudio Falasca  Direttore AeA. Contributi di rappresentanti di Italia Longeva,Federcasa, Rvista delle Politiche Sociali, Anci. Conclude il seminario Enzo Costa  Presidente Nazionale Auser.

MACERATA, SECONDA EDIZIONE DEL CONCORSO SUGLI ORTI SOCIALI
Auser, tramite il proprio settore degli “Orti Sociali” e con il patrocinio dei Comuni di Macerata ed Appignano, ha indetto la seconda edizione  del Concorso orti sociali, intitolato “Orti: esperienze di socializzazione”. L’obiettivo è quello di un incontro fra generazioni che superi la tendenza all’individualismo e, contemporaneamente, aiuti a non disperdere per sempre quel gran patrimonio che gli anziani hanno accumulato: l’esperienza e i saperi.
Il concorso è aperto a tutti: singoli, scuole o gruppi (non ci sono limiti di età) ed è stato diviso in due sezioni: scritti e disegni e dipinti. Tutti gli elaborati debbono essere inediti.
Il titolo dà anche la traccia per gli elaborati che debbono essere inviati. I partecipanti, infatti, non debbono raccontare solo le esperienze che magari hanno già avuto con gli Orti Sociali, ma possono ampliare il panorama descrivendo il loro rapporto con la terra, o qualche storia che metta in evidenza i valori legati alla coltivazione e all’amicizia che può nascere lavorando insieme; da non trascurare neppure l’aspetto sociale e del welfare, per-ché tante volte, dall’orto, è giunta anche la possibilità di far fronte alle incertezze sul futu-ro in presenza di disoccupazione, sottoccupazione o pensioni ridotte all’osso. Gli elaborati dovranno pervenire entro sabato 6 ottobre 2018 presso la sede provinciale dell’Auser di Macerata (Corso Garibaldi, 77 – 62100 Macerata) oppure spediti via mail in formato word o pdf a macerata.auser@marche.cgil.it
Per ulteriori chiarimenti telefonare al 347 4561453.

VOLTERRA (PI), NASCE IL CAFFE’ ALZHEIMER
Un aiuto concreto ai malati di Alzheimer e alle loro famiglie con il progetto presentato dalla Sds Alta Valdicecina-Valdera: risultato il migliore a livello toscano, ha ottenuto un finanziamento dalla Regione di 15mila euro. A Volterra (PI)  verrà realizzato il Caffè Alzheimer al quale parteciperanno pazienti individuati da una commissione medica, mentre a  Pomarance si faranno attività di formazione e informazione istituendo servizi come lo sportello di ascolto.
L’iniziativa coinvolge diverse attività sul territorio tra cui Auser Verdeargento Volterra e Pontedera, Sds, Asl, Comune di Pomarance , Asp Santa Chiara, Caritas Diocesana di Volterra, Arci Valdera.
Il progetto prevede un investimento totale di 23.500 euro, di cui 15mila finanziati dal bando regionale grazie al primo posto in graduatoria e partirà a settembre.
Fonte: La Nazione

TRANI, PROSSIMI APPUNTAMENTI A  VILLA GUASTAMACCHIA
Nell’ambito della rassegna “l’estate del quartiere stadio 2018”, l’Auser di Trani si prepara per un fine settimana scoppiettante a  Villa Guastamacchia partendo da Venerdì 6 ore 18,00 con la passeggiata culturale in giro per Trani ebraica e storica, accompagnati dalla guida Gabriele Pace. Per le prenotazioni e informazioni chiamare al 3492938434; Sabato 7 alle ore 19,30 saggio di ballo delle ragazze e ragazzi della scuola di Donata. A seguire serata dedicata al Teatro con il gruppo “ Vitamina spi” di Bari. Domenica 8 alle 20,30 serata di cabaret e canto con Mudù Pino Fusco e Mimmo Lafera. I cittadini sono invitati a partecipare le iniziative sono totalmente gratuite.

MELISSA (KR), FESTA DEL GRANO
Mietitura a mano,  “a pisatura” nell’aia, preparazione della pasta fatta in casa, stand enogastronomici con tanto di degustazioni dei prodotti derivati dal grano locale e della carne podolica, animazione con canti e balli ed infine una fiera degli animali per i bambini. Ci sarà tutto questo il prossimo 15 luglio per la Festa del grano, organizzata dall’Auser  di Crotone in collaborazione con Spi Cgil, Coldiretti, Regione Calabria, comune di Melissa ed altre organizzazioni.  L’appuntamento è fissato per le ore 16.00 in località Mannà Melissa.

CATANIA, UN INCONTRO PUBBLICO PER DISCUTERE DI DISAGIO SOCIALE E POVERTA’
“Disagio sociale e povertà, una realtà drammatica per il nostro territorio” è il tema di un incontro pubblico promosso dalla Cgil, dallo Spi Cgil, dall’Auser e dalla Caritas Diocesana di Catania, che si terrà mercoledì 4 luglio nel Salone “Sebastiano Russo” della Camera del Lavoro di Catania, in via Crociferi 40, al quale parteciperà il segretario generale dello Spi-Cgil nazionale, Ivan Pedretti, che sarà chiamato a chiudere i lavori. L’incontro nasce dall’analisi del rapporto sulla Povertà in Italia, che mostra una situazione generale peggiorata a partire dal 2008: il 12,3% delle famiglie sono definite relativamente povere, il 6,9% sono povere in termini assoluti,  mentre il 7,6% di popolazione viene definita ormai come ‘quasi povera’.
Fonte: Quotidiano di Sicilia

REGGIO EMILIA, LA FESTA DELL’AUSER DI TERRA’ A PRATIZZANO
L’Auser reggiana si ritrova sulla vetta del crinale. Giovedì 19 luglio è in programma la tradizionale festa dell’Auser a Pratizzano, il bellissimo altipiano verde nel territorio ramisetano. Il programma dell’iniziativa prevede il ritrovo alle 9.30 a Ramiseto, in piazza Laghi. Alle 10 si raggiungerà il borgo antico di Cecciola per una visita, doppiata alle 11 da un altro giro a Pieve di San Vincenzo. Alle 11.30 si raggiungerà Pratizzano per gli interventi ufficiali. Al termine, si andrà a pranzo al rifugio di Pratizzano .
Prenotazione obbligatoria entro ai numeri 0522 300132 e 347 8974780.

LATINA, MIGRANTI E CITTADINI INSIEME PER PULIRE LA SPIAGGIA
Lavoro volontario a favore della comunità. Le buone pratiche del progetto Umuganda arrivano anche a Latina. Il progetto, sperimentato con successo in altri due comuni pontini, è approdato a Latina coinvolgendo non solo i migranti ospiti nei Centri di accoglienza straordinari ma anche diverse associazioni del terzo settore, tra cui Auser, Emergency, Nuova Urbs, Cpia e Aid. Prima tappa: il lungomare di Latina. All’appuntamento si sono presentati decine tra migranti e cittadini, che si sono radunati nel piazzale di Capoportiere alla presenza anche del sindaco e dei rappresentanti dell’amministrazione comunale. Quattro chilometri di duna e arenile, da Capoportiere a Foce del Duca, sono stati passati al setaccio dalle squadre di volontari, munite di attrezzatura, guanti, mascherine e tute. Al lavoro quattro gruppi da circa 20 persone ciascuno e due mezzi della Karibu che hanno accompagnato e distribuito i volontari sul litorale. Alle 12 i sacchi gialli e celesti carichi di ogni genere di rifiuti raccolti sulle spiegge sono stati posizionati in prossimità delle passerelle e poi caricati sui mezzi. Altre squadre sono state invece dirottate al Parco Oasi Verde Susetta Guerrini per la pulizia dai rifiuti, la rimozione di erbacce e l’irrigazione delle aree verdi. Nella stessa mattinata ulteriori lavori sono stati programmati nella zona del parco giochi di santa Rita. Qui la squadra azzurra si è occupata della rimozione della spazzatura e dell’irrigazione del prato ma anche della manutenzione, con la verniciatura, di giochi in legno per bambini e delle panchine.
Fonte: Il Messaggero

PONTASSIEVE (FI), ANZIANI INSIEME NEL “CLUB IN-COMPAGNIA”
Si chiama Club-In Compagnia ed è un nuovo progetto coordinato  dal Comune di Pontassieve (FI) in collaborazione con Croce Azzurra, Spi Cgil, Auser, Cooperativa Matrix, Sezione Soci Coop Valdisieve,  nato per creare una serie di giornate di socializzazione rivolte alla terza età. Al Club-In Compagnia si potranno trascorrere pomeriggi insieme, condividendo momenti piacevoli e cenando in compagnia. Il primo incontro giovedì 5 luglio alla Caffetteria Azzurra, nei locali della Croce Azzurra in via di Rosano. Dalle 16,30 a tombola e alle 19,30 cena preparata dalla Cooperativa Matrix (8 euro, prenotazioni entro il 3 luglio ai numeri 392 9629515, 055 8392403). «Con questa iniziativa – spiega l’assessore alle politiche sociali Cinzia Frosolini – vogliamo inaugurare una serie di occasioni rivolte alla terza età. Intraprendiamo questo percorso con entusiasmo, con l’indispensabile sostegno delle associazioni».

CENE (BG), I VOLONTARI AUSER AL PARCO PALEONTOLOGICO
A Cene (BG) è pronto il Parco Paleontologico per l’estate «triassica» 2018. Come ogni anno, in occasione della stagione estiva, i responsabili del parco hanno predisposto una seria di laboratori per adulti e bambini.
Durante l’estate, fino a settembre, le aperture al pubblico sono previste al sabato e alla domenica, dalle 14,30 alle 18,30: in programma visite, laboratori e incontri orientativi, in collaborazione con il Museo di Scienze naturali di Bergamo. Ad accogliere i visitatori ci sono i volontari dell’Auser di Cene, che svolgono il servizio di custodia e guardiania del parco. Per visite durante la settimana, per singoli o gruppi, rivolgersi alla Comunità montana (0346.22400).
Fonte: L’Eco di Bergamo

LODI, CRESCONO GLI ACCOMPAGNAMENTI DI ANZIANI IN DIFFICOLTA’
In questi anni il numero degli accompagnamenti di anziani in difficoltà da parte dei volontari dell’Auser di Lodi  è cresciuto. Se nel 2006 erano stati effettuati 67 servizi e un totale di 708 km, nel 2017 si è arrivati a 4.075 servizi, per 65.157 km; in questi primi 6 mesi del 2018 siamo già a 2.127 uscite per 37.405 km. Alessandro Manfredi, presidente dell’Auser provinciale, ha tenuto a battesimo, con Roberto Tironi, segretario della Fondazione Comunitaria, all’assessora ai Servizi Sociali Sue Ellen Belloni e ad alcuni volontari la nuova monovolume Fiat Qubo attrezzata per il trasporto di anziani con difficoltà motorie. Il mezzo, che ha un equipaggiamento speciale, è costato 23.300 euro: 5.135 raccolti attraverso donazioni, 10 mila euro erogati dalla Fondazione, la differenza messa dall’Auser provinciale. «Ad oggi abbiamo all’attivo – spiegano alcuni operatori Auser – una Fiat Panda; un Doblò l’abbiamo dato in dotazione al Comune, perché anche i costi di manutenzione dei mezzi incidono; poi usiamo 2 mezzi del Comune».
Fonte: Il Giorno

Emergenza Estate


ANCONA, IL PIANO CONTRO LE ONDATE DI CALORE
Operativo ad Ancona il piano per fronteggiare le ondate di calore. Riconfermate dal tavolo di coordinamento le linee-guida da mettere in atto nel caso in cui il sistema di allarme per la prevenzione degli effetti delle ondate di calore sulla salute, diffuso a cura della Protezione Civile della Regione, segnali con il Bollettino quotidiano l’approssimarsi di una ondata di calore di livello 2-3 per più giorni consecutivi. «Si ricorda che per ogni informazione sui servizi disponibili e sulle cautele da osservare è a disposizione, 7 giorni su 7, dalle 9 alle 19 il numero verde del Servizio Helios 800 450 020 – si legge in una nota – il call center regionale per il sostegno dei soggetti fragili a cura dell’Asur. La centrale operativa del Benincasa (071-206969) avvertirà telefonicamente tutte le utenze e le strutture di sostegno presenti nel proprio database, sollecitando le prime a usare tutte le azioni per prevenire malori o sofferenze delle persone e gli altri a tenersi a disposizione per eventuali richieste di intervento sanitario o di semplice accoglienza presso le sale climatizzate delle strutture stesse. Provvederà poi a contattare i servizi sociali comunali per eventuali valutazioni in merito». All’unità operativa Anziani del Comune (Viale della Vittoria 39, 071-2222177 o 2154) è invece possibile richiedere «i condizionatori portatili per le situazioni di emergenza relative ad anziani in condizioni di particolare criticità sanitarie ed economiche, che ne facciano richiesta tramite apposito modulo». In caso di allerta caldo saranno disponibili le sale climatizzate all’ex Circoscrizione (via Battisti 11/C), Cooss Marche (via Saffi 4), Filo d’argento dorico (Via Ascoli Piceno 10), Croce Gialla (via Ragusa 18), i centri L’Incontro (via Esino 6), Auser (Via Volta 4) e Musicamente (via Ruggeri 69)
Fonte: Corriere Adriatico

PERUGIA, VOLONTARIATO IN CAMPO CONTRO L’EMERGENZA CALDO
Il Comune di Perugia si prepara alle ondate di calore dell’estate 2018 e pubblica online il Piano di gestione delle emergenze. Nel piano sono riportate le azioni e le procedure da mettere in atto per prevenire o ridurre gli effetti di una possibile ondata di calore sulla salute di soggetti considerati a ‘’rischio’’ (soprattutto gli anziani con età pari o superiore a 65 anni ,i neonati ed i bambini al di sotto di 1 anno e i soggetti con malattie mentali).
Tra i numeri da contattare ci sono anche quelli di Auser e Anteas per segnalazioni di soccorso dalla popolazione. Auser: 075 5005666 – Anteas 0755067426.
Centrale operativa Polizia Municipale: 0755723232 –  Cellulare del reperibile di Protezione Civile h24: 3667631421 – Servizio di pronto intervento sociale h 24 – 3401780004
Sono inoltre a disposizione della cittadinanza gli uffici di Madonna Alta (075/5772990),  Ponte S. Giovanni  (075/5772997),  Ponte Felcino (075/5772995), Perugia (075/5773544), Castel Del Piano (075/5773540).

MACERATA, UNO SPORTELLO PER L’EMERGENZA ESTATE
Dal 1 luglio al 31 agosto è attivo  nei comuni dell’Ats 15 lo sportello Informanziani, aperto dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 19. In aggiunta al normale orario di apertura, gli operatori sono raggiungibili telefonicamente al numero 0733-263026, anche il sabato e la domenica dalle 9 alle 19.
Per gli anziani over 65 residenti nel comune di Macerata è attivo il servizio trasporti a cura di: Auser al numero 0733-234886 dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 12; Anteas al numero 0733-4075233 dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 12; IRCR 0733-263026 dal lunedì al venerdì 8,30 – 18,30 e il sabato 8.30 -12 30.
E’ previsto inoltre un servizio di consegna farmaci a domicilio per gli anziani over 75 residenti a Macerata, basta telefonare al numero 334-6634657 dell’Albero dei cuori.

CROTONE, “NON rESTATE SOLI” LE INIZIATIVE ESTIVE DI AUSER LIFE
Auser Life Crotone  ha messo in campo  per questa estate 2018 il progetto  “non rESTATE soli”.
Grazie al contributo dell’Auser Territoriale,  all’ equipe dell’Associazione e non per ultimi tutti i volontari, che sono il vero e proprio motore dell’iniziativa, Auser Life Crotone non andrà in vacanza e dal 1 luglio al 30 settembre resterà  a disposizione di tutti gli anziani autosufficienti per sopperire ai loro bisogni di vita quotidiana. Contattando l’associazione, con almeno un giorno di preavviso, al numero di telefonia mobile 377-3737001, i  volontari accompagneranno nelle ore più calde della giornata gli anziani autosufficienti al supermercato, alle visite di controllo, nei vari uffici ed in farmacia. “Nessun anziano sarà più solo – sottolineano all’Auser Life di Crotone – e ringraziamo tutti i volontari che si sono resi disponibili per questa importante operazione di solidarietà”.

PISA, LA RETE DI AIUTO PER LE PERSONE ANZIANE IN SITUAZIONE DI FRAGILITÀ
Con il caldo torna attiva la rete di aiuto di Asl, Comuni della Valdera, medici di famiglia e terzo settore per la prevenzione e sostegno le persone anziane in situazione di fragilità. L’iniziativa, promossa dalla Regione Toscana, è realizzata dalla Società della Salute Valdera in collaborazione con le associazioni di volontariato e l’Auser, nell’ambito delle attività di sorveglianza attiva per anziani fragili previste dal piano integrato di salute della Valdera.
La sorveglianza attiva verso gli anziani fragili segnalati dai medici di famiglia o dagli assistenti sociali viene attivata dal Servizio Sociale della Società della Salute della Valdera e prevede un progetto personalizzato che si sviluppa attraverso contatti telefonici e/o visite domiciliari attivabili su richiesta per interventi di prossimità: distribuzione acqua, piccole commissioni, pratiche di utilità quotidiana, eventuale accompagnamento, allertamento del medico o del 118 per interventi di urgenza o di natura sanitaria ed altri.
I cittadini per chiedere aiuto o segnalare situazioni di difficoltà potranno rivolgersi ai servizi sociali del proprio presidio distrettuale di residenza (Pontedera, Bientina, La Rosa, Ponsacco) o al  proprio medico curante oppure telefonando al numero 0587/273626 tutti i giorni dal lunedì al sabato dalle ore 9 alle ore 12.

CARBONIA, “APERTI PER FERIE”
Si chiama “Aperti per ferie” l’azione messa in campo dall’Auser Carbonia, in collaborazione con l’Amministrazione comunale, per non lasciare soli gli anziani e aiutarli ad affrontare il caldo estivo e i disagi che esso può causare in questa stagione.
Sono numerosi i servizi che l’Auser garantirà durante tutta l’estate a beneficio di fasce deboli, come quelle della terza età, che a Carbonia sono numericamente consistenti. Verrà assicurata un’ampia gamma di servizi, tra cui il Filo d’Argento Auser, numero verde gratuito, 800.995988, attivo tutti i giorni della settimana, compresi i festivi, dalle ore 8.00 alle ore 20.00, per tutto l’anno, in grado di fornire alle persone ascolto, supporto e interventi di sostegno.
Il comune di Carbonia informa, inoltre, che presso la sede Auser di via Liguria 69, a Carbonia, dal lunedì al sabato, dalle 9.00 alle 13.00, i volontari sono a disposizione degli anziani per consegnare a domicilio la spesa, i farmaci e i libri da loro richiesti. Altre iniziative sono volte ad accompagnare le persone sole verso centri socio-sanitari in occasione di visite o terapie, supportandole nella misurazione dei valori della pressione, della saturazione e dei valori glicemici. Inoltre, il personale dell’associazione di volontariato fornirà ai cittadini informazioni su tutti i servizi sociali offerti dal Comune di Carbonia e nel territorio.
Il servizio “Aperti per ferie” è attivo dal 1° luglio fino al 30 settembre.
Fonte: La Provincia del Sulcis Iglesiente

TORRE SANTA SUSANNA (BR), R…ESTATE CON NOI
Da luglio fino ad ottobre, tanto durerà il programma estivo R..estate con noi dell’Auser di Torre Santa Susanna. Gite ed escursioni, serate danzanti, feste aperte a tutti, spettacoli, tornei di burraco, sagre come quella della “purpetta” o della pasta fritta, sicuramente non ci si potrà annoiare e gli anziani  che hanno difficoltà negli spostamenti potranno contare sul servizio di trasporto sociale dei volontari Auser.

FOLIGNO (PG), AUSER CONTRO LA SOLITUDINE DEGLI ANZIANI
La solitudine degli anziani diventa emergenza. A spiegarlo è Vittorio Casini, vertice di Auser e di Filo D’argento di Foligno (PG), da sempre in prima linea, insieme agli altri volontari che collaborano con lui, per dare sostegno a chi è più in difficoltà. «Siamo già stati attivati dice Casini dal Comune per l’emergenza caldo. Una necessità che ci vede operare ormai da anni. Ma anche una occasione per entrare in contatto con tanti anziani, parlerei davvero di centinaia di persone, che in particolare a Foligno vivono soli. Si va dalle piccole cose, come fare la spesa o sottoporsi ad una visita, e ogni cosa diventa insormontabile. Come volontariato, così come altre realtà della città, facciamo molto, ma non basta».
«La gente – ricorda Casini – non si rende conto che anche scambiare due chiacchiere con un anziano al parco può essere per il pensionato una delle migliori medicine. Si vive ormai in un contesto di quasi indifferenza e questo non va affatto bene. Da parte nostra per provare a fare ancora di più stiamo partecipando, attraverso la dimensione regionale, ad un bando nazionale, per i settori del sostegno all’inclusione sociale, in particolare delle persone con disabilità e non autosufficienti e sull’altro versante del contrasto alle solitudini involontarie specie nella popolazione anziana attraverso iniziative e percorsi di coinvolgimento partecipato. Il contatto quotidiano che riusciamo a garantire a questi anziani soli per molti si trasforma in una sorta di conquista di un contatto familiare».
Fonte: Il Messaggero

FELTRE (BL), CIRCOLO APERTO E NONNI VIGILI PER I GIOVANI DI ESTATE RAGAZZI
Il Circolo Auser “al Castello” di Feltre (Belluno) non chiude per ferie  rimane aperto in estate  per garantire le prestazioni sociali intergenerazionali. Gli anziani usufruiranno degli spazi climatizzati del Circolo per incontri conviviali, invece i giovani, in particolare i ragazzi delle scuole elementari, nel loro recarsi al patronato della parrocchia, per le attività del GREST, troveranno i Nonni vigile dell’Auser impegnati nella vigilanza di fronte ai passaggi pedonali della città di Feltre.

 

Anziani e dintorni

GLI ANZIANI DEL CATANESE MANGIANO MALE, PRESENTATI I DATI LOCALI DELLA RICERCA SPI-AUSER “PENSA A COSA MANGI”
Pensioni basse, cibo di scarsa qualità, cattiva masticazione. Presentati nei giorni scorsi a Catania i risultati della ricerca Spi e Auser “Pensa a cosa mangi”, con il focus sulla realtà territoriale. Solo una piccola percentuale consuma quattro o cinque pasti al giorno. Il 12,7 per cento degli anziani del territorio consuma meno di tre pasti al giorno, quasi il 20 per cento consuma carni trasformate almeno una volta al giorno; dato che risulta più elevato della media nazionale e superiore al consumo frequente di carni fresche. Anche la varietà dei pasti consumati dagli anziani è più compressa rispetto alla media del dato nazionale: solo una piccola percentuale consuma quattro o cinque pasti al giorno.  Mangiano male i nonni catanesi, a causa delle pensioni troppo basse, per solitudine, o anche solo perché non possono permettersi una buona dentiera e di conseguenza, una buona masticazione. Lo rivelano i dati della campagna nazionale condotta dallo Ssi Cgil, il sindacato dei pensionati, in collaborazione con l’Auser, che ha coinvolto tutti i territori somministrando 11.000 questionari, per conoscere cosa mangia e a cosa rinuncia la maggior parte della popolazione anziana. La ricerca ha interrogato direttamente gli anziani sulle proprie abitudini alimentari, i consumi, i legami famigliari e le risorse del territorio, nonché la disponibilità all’attivazione e al cambiamento. I risultati della ricerca sono stati presentati  nel corso dell’incontro pubblico organizzato da Spi e Cgil catanesi sul tema: “Senilità, la necessità dell’integrazione alimentare”. Tra gli interventi, quello della segretaria nazionale dello Spi, Mina Cilloni, mentre la relazione è stata affidata alla segretaria provinciale dello Spi catanese, Margherita Patti.
Fonte: Ufficio stampa Spi di Catania

GLI ULTIMI DATI SULL’ALZHEIMER  IN EUROPA
Ritardi nell’individuazione della diagnosi di demenza e scarsa comunicazione al malato della sua condizione. È quanto emerge da “European Carers Report 2018”, il report di Alzheimer Europe (organizzazione che riunisce 40 associazioni Alzheimer nel nostro continente) in cui si evidenziano quali sono in Europa, dal punto di vista di familiari e caregiver, i maggiori ostacoli a una diagnosi tempestiva della  demenza. Sono stati 1.409 i famigliari coinvolti in 5 Paesi (Italia, Scozia, Olanda, Repubblica Ceca, Finlandia), di cui 339 italiani. Dal report, redatto da Bob Woods, professore di Psicologia clinica presso l’Università di Bangor in Galles (Regno Unito) e direttore del “Dementia services development centre Wales”, risulta che, in media si aspettano 2,1 anni per ricevere una diagnosi corretta, tempistica che migliora leggermente in Italia, dove l’attesa è di 1,6 anni. A questo dato si aggiunge il 25 per cento dei pazienti a cui viene diagnosticata inizialmente un’altra condizione medica, percentuale che per gli italiani sale al 31,9 per cento. Una volta stabilita la diagnosi corretta, si registra tra i malati un 53% di demenza lieve, il 36% moderata, il 4% grave. Quasi la metà dei familiari (il 47% nel complesso e il 52,1% in Italia) crede che il tasso di diagnosi sarebbe risultato migliore se valutato in modo tempestivo. Inoltre, sono significative le differenze tra i Paesi nella comunicazione della diagnosi: il 59,3% dei caregiver italiani dichiara che la persona non è stata informata della malattia, percentuale che scende al 23,2% in Repubblica Ceca, all’8,2% in Olanda, al 4,4% in Scozia e all’1,1% in Finlandia. “Una diagnosi tempestiva insieme al coinvolgimento del malato nelle decisioni che lo riguardano e all’ascolto delle sue esigenze sono fondamentali per combattere l’esclusione sociale e lo stigma, per assicurare dignità e migliorare la qualità di vita dell’intera famiglia coinvolta”, ha detto Gabriella Salvini Porro, presidente della Federazione Alzheimer Italia.
Chi sono i carer? Dal report emerge che in Italia nella maggior parte dei casi si tratta del figlio della persona malata (64,8%, solo in Olanda sono di più i mariti/mogli con un 53,7%) e di sesso femminile (80,3%). Anche negli altri 4 Paesi Ue considerati le donne carer sono la maggioranza (82,8%). In Italia anche le persone con demenza (circa 1,241 milioni) sono nella maggior parte dei casi donne (73,9%), tra i 75 e gli 84 anni (49,1%) e quasi la metà vivono in casa con i familiari (46,4%) o con altri carer (28,7%) mentre sono pochi coloro che alloggiano presso residenze assistenziali (12,1%).
Fonte: Redattore Sociale

Associazionismo Volontariato Terzo Settore

CAMPAGNA METTIAMOCI IN GIOCO: BENE AVER VIETATO LA PUBBLICITÀ DEL GIOCO D’AZZARDO. ORA UNA LEGGE CHE REGOLAMENTI IL SETTORE
“Mettiamoci in gioco”, la Campagna nazionale contro i rischi del gioco d’azzardo, esprime la propria grande soddisfazione per il divieto di pubblicità del gioco d’azzardo previsto nel cosiddetto “Decreto Dignità”. Si tratta di uno degli obiettivi fondamentali perseguiti dalla Campagna, il primo dei quattro punti che la campagna aveva chiesto di sottoscrivere ai candidati alle ultime elezioni politiche. “E’ un risultato importante, che vede finalmente riconosciuto il diritto alla salute dei cittadini, che sempre deve prevalere sulle ragioni del profitto – si legge in una nota –  A nostro avviso, sarebbe opportuno destinare le somme raccolte con le eventuali multe alla fiscalità generale e non al contrasto del gioco d’azzardo patologico, perché il diritto alla cura va garantito non con entrate speciali e contingenti, ma con l’ordinaria fiscalità dello stato, attraverso il servizio sanitario nazionale. Raggiunto questo risultato, ci auguriamo che tutte le forze politiche, di maggioranza e di opposizione, vorranno adoperarsi per arrivare all’obiettivo fondamentale per cui è nata la nostra Campagna: approvare una legge quadro che regolamenti, in modo serio e articolato, tutto il settore, facendolo uscire da una situazione da far west che ha favorito la crescita di situazioni di dipendenza, notevoli problemi sanitari, sociali e familiari e rilevanti infiltrazioni criminali”. La Campagna contatterà tutte le forze politiche presenti in Parlamento per chiedere impegni precisi in merito.
Aderiscono alla campagna Mettiamoci in gioco: Acli, Ada, Adusbef, Ali per Giocare, Anci, Anteas, Arci, Associazione Orthos, Auser, Aupi, Avviso Pubblico, Azione Cattolica Italiana, Cgil, Cisl, Cnca, Conagga, Ctg, Federazione Scs-Cnos/Salesiani per il sociale, Federconsumatori, FeDerSerD, Fict, Fitel, Fp Cgil, Gruppo Abele, InterCear, Ital Uil, Lega Consumatori, Libera, Scuola delle Buone Pratiche/Legautonomie-Terre di mezzo, Shaker-pensieri senza dimora, Uil, Uil Pensionati, Uisp.
Per Info: Mariano Bottaccio – cell. 329 2928070  www.mettiamociingioco.org


nessun commento a "News nazionali - 4 luglio 2018"

    vuoi scrivere un commento?