Circolo Ravenna

Il circolo di Ravenna nasce il 20 novembre del 1991, con un manipolo di volontari, 200 circa, che si occupavano prevalentemente di sorveglianza alle mostre e servizi civici, in convenzione con l’amministrazione locale, come supporto alla vigilanza davanti alle scuole, cura del verde pubblico e partecipazione a varie iniziative culturali.

I volontari del circolo di ravenna erano attivi anche in tutte le circoscrizioni cittadine (prima, seconda e terza) e in quelle del forese, da Mezzano a Castiglione, da San Pietro in Vincoli a Roncalceci, che allora venivano chiamati Ville Unite e Ville Disunite, fino a Marina di Ravenna e Sant’Alberto.

Poco dopo si comincia con i primi accompagnamenti, inizialmente con auto di proprietà degli stessi volontari.

Nel giro di qualche anno i servizi diventano sempre più strutturati e sempre più numerosi, fino ad arrivare all’offerta odierna.

 

     SERVIZI ALLA PERSONA

Accompagnamento

  • per necessità sociali e sanitarie, attivo dal 2000, con
    • Auto di proprietà dei volontari;
    • Fiat Panda: dal 2010, 5 posti, acquistata grazie al 5×1000 e con il contributo di Banca del Monte;
    • Fiat Doblò: dal 2012, 5 posti, trasporto carrozzine, in comodato gratuito;
    • Fiat Doblò: dal 2013, 5 posti, trasporto carrozzine, in comodato gratuito;

Ausilio alla spesa

  • attivo dal 1999, in collaborazione con Coop. Alleanza 3.0, Centro Commerciale ESP di Ravenna, che mette a disposizione locali, telefoni e mezzi; consegna a domicilio della spesa per chi si trovi momentaneamente o permanentemente in difficoltà.

Pronto Farmaco

  • sostenuto dal Comune di Ravenna, attivo dal 2004 e da giugno 2012 in collaborazione con le Associazioni Ada e Anteas; presso il medico di famiglia o in farmacia per ricette, referti, prenotazioni, medicinali; da dicembre 2012 in collaborazione con il Gruppo HERA e l’Associazione Farmaco Amico, raccolta di farmaci non scaduti da distribuire come aiuti umanitari; attivo in città e nella prima periferia e in ampliamento. L’accordo è stato rinnovato in aprile 2017.

Osservatorio e segretariato sociale

  • segretariato sociale presso la “Casina Auser” in Via S.Alberto: punto di riferimento e incontro per volontari e cittadini, una volontaria organizza gli accompagnamenti e, dal 2011, svolge attività di front office;
  • osservatorio e segretariato Sociale di Via Butrinto (attivo dal 2015): informazioni e assistenza per disbrigo pratiche e compilazione moduli ai residenti della zona e promozione dell’integrazione.
  • osservatorio sociale di Via Eraclea (da settembre 2017)

Accoglienza e informazioni

  • accoglienza presso gli ambulatori prelievi di Ponte Nuovo e Piangipane
  • Punti informativi presso l’Ospedale Civile: dal lunedì al venerdì in Cardiologia e Pronto Soccorso dalle 8.00 alle 12.00 e all’ingresso di Via Missiroli dalle 8.00 alle 12.00 e dalle 14.00 alle 18.00
  • Punto informativo presso il CMP di Via Fiume abbandonato: dal lunedì al sabato, dalle 7.00 alle 18.00

Educazione e integrazione

  • Corsi di lingua italiana per stranieri in collaborazione con Cgil Ravenna
  • Aiuto compiti presso gli osservatori sociali in gestione e presso la Casa del Volontariato in Via Oriani in collaborazione con ASRA e Centro per le Famiglie

    SERVIZI ALLA COMUNITÀ

Attività di pubblica utilità

  • presso le ex circoscrizioni, in convenzione con il Comune, piccole manutenzioni, sfalcio erba, apertura e chiusura locali
  • Gestione Casa del Volontariato “Vincenzo Russo Serdoz” in convenzione con il Comune di Ravenna
  • apertura, chiusura, sorveglianza aule, da ottobre a maggio, all’Università per la formazione permanente degli adulti “G. Bosi Maramotti”

Cura del bene comune

  • Gestione e manutenzione delle Case dell’Acqua di Ravenna in Via Sighinolfi, Via Mattei e Piazza Medaglie d’oro, di Conselice/San Patrizio al Parco 1° maggio e a Mezzano in Via Borghi

Supporto a luoghi di cultura

  • Sorveglianza presso la Sala Buzzi in collaborazione con Ada e Anteas, durante i saggi dell’Istituto Verdi
  • Sorveglianza museale:
    • Per la Soprintendenza presso il Palazzo di Teodorico, la Basilica di Sant’Apollinare in Classe, il Battistero degli Ariani, il Mausoleo di Teodorico, il Museo Nazionale da marzo a dicembre;
    • per la Biblioteca Classense al Centro Dantesco dei Frati Minori Conventuali e, per mostre occasionali, in Aula Magna (maggio/dicembre), in Manica Lunga (maggio/giugno) e al Museo del Risorgimento;
    • al M.A.R. Museo d’Arte della Città di Ravenna;
    • in convenzione con l’Ufficio Turismo del Comune a Palazzo Rasponi per mostre occasionali;
    • al Piccolo Museo di bambole e altri balocchi (V. Fantuzzi, 4 – Ravenna).

Supporto a istituti scolastici

  • sorveglianza alunni durante l’ora di mensa alla scuola Secondaria di 1° grado “Ricci Muratori”

Scambio intergenerazionale

  • collaborazione (dal 1997) al CRE estivo organizzato a Santerno dall’Associazione culturale e ricreativa “COMITATO PROMOTORE di SANTERNO”

Iniziative ludiche e culturali

  • in convenzione con l’Ufficio Turismo del Comune, organizzazione conferenze e presentazione di libri a Casa Melandri
  • TURISMO SOCIALE
  • soggiorni del benessere, in collaborazione con Ada, Anteas e Comune di Ravenna

Arti e mestieri per compagnia e solidarietà

TUTTI I NUMERI NELL’ULTIMA RENDICONTAZIONE SOCIALE

IN EVIDENZA

RINNOVATO IL PROTOCOLLO

PER IL SERVIZIO PRONTO FARMACO

È stato firmato questa mattina, presso la residenza comunale, alla presenza dell’Assessore al Decentramento e Volontariato del Comune di Ravenna, Gianandrea Baroncini, un nuovo protocollo d’intesa tra Associazione Titolari di Farmacia della Provincia di Ravenna, Azienda Farmacie Comunali Ravenna e Associazioni di volontariato ADA, ANTEAS e AUSER Ravenna, che rilancia il servizio PRONTO FARMACO con un più ampio raggio d’azione, nuovi criteri per la consegna a domicilio dei farmaci e una definizione più puntuale dei rapporti tra tutte le parti coinvolte.

Sono intervenuti, oltre a Baroncini, Ettore Laghi, presidente ADA Ravenna, Gualtiero Calderoni, presidente ANTEAS Ravenna, Mirella Rossi, presidente AUSER Ravenna, Benedetta Camerani, presidente Associazione Titolari di Farmacie della provincia, Barbara Pesci, direttrice generale Ravenna Farmacie, Domenico Dal Re, presidente Ordine dei farmacisti della provincia.

Attivo dal 2004 il servizio consiste nella consegna gratuita di farmaci a domicilio per chi abbia compiuto 65 anni di età e sia impossibilitato a recarsi in farmacia, o per chi sia disabile o momentaneamente inabile e privo di reti parentali. Obiettivi principali sono l’attivazione di un sostegno sociale e sanitario e il recupero della relazione con le persone sole e più fragili della comunità, grazie alla costruzione di una rete di relazioni che contrastino la solitudine e l’abbandono.

Il servizio di consegna gratuita dei farmaci a domicilio continuerà ad essere svolto dai volontari di ADA, ANTEAS e AUSER a favore delle persone non deambulanti per patologie croniche o gravi, che non abbiano a disposizione persone che possano recarsi in farmacia per loro. Le novità riguardano sia l’ampliamento della copertura del servizio, fino a ricomprendere i territori di Ravenna, Lido Adriano, Punta Marina, Marina di Ravenna, Porto Corsini, S.Alberto, Mandriole, Fosso Ghiaia, Classe e Madonna dell’Albero, sia il criterio del servizio, che verrà esteso, a pagamento, anche a tutte le altre persone impossibilitate a recarsi in farmacia.

“A Ravenna lavoriamo perché nessuno resti solo – ha commentato l’assessore al Decentramento e al Volontariato Gianandrea Baroncini – Il Pronto Farmaco costituisce un esempio emblematico, e fortunatamente ce ne sono tanti altri a Ravenna, di ciò che vuol dire fare squadra e concretizzare il principio di sussidiarietà. Ciascuno dei numerosi soggetti coinvolti – realtà pubbliche, private, associazioni di volontariato e amministrazione comunale – ha contribuito a dare vita a una rete in grado di fornire un servizio fondamentale per tantissime persone, in primis per le persone anziane e sole, perché tutti, in questo territorio, siamo animati dalla volontà di cercare di fare tutto il possibile per non lasciare indietro nessuno”.

Il servizio prevede il ritiro della prescrizione del medico, l’acquisto nella farmacia di turno più vicina all’abitazione del richiedente ed infine la consegna a domicilio del farmaco e vi si accede tramite prenotazione telefonica al numero 0544 482616, presso il punto d’ascolto e coordinamento di Via Maggiore 120, a Ravenna, attivo dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 11.30, dove le richieste vengono raccolte e smistate tra i volontari disponibili.

I servizi di ritiro e consegna funziona dal lunedì al venerdì dalle 9.00 alle 17.00. Sarà inoltre attivato un servizio d’urgenza (prefestivi, festivi e notturno), attivato dal medico di guardia, accessibile contattando direttamente la Farmacia Comunale n. 8 di Ravenna.

Chi non risponda ai requisiti della gratuità per la consegna a domicilio di farmaci, parafarmaci ed ausili senza obbligo di prescrizione, ma si trovi impossibilitato a recarsi in farmacia, potrà richiedere il servizio al costo di Euro 2,50. Il servizio a pagamento è accessibile solo dal lunedì al venerdì dalle 9.00 alle 17.00.

Il servizio non è attivo per gli approvvigionamenti presso la farmacia dell’Ospedale.

Le farmacie aderenti sono elencate nell’allegato prodotto dell’Associazione Titolari di Farmacia della Provincia di Ravenna.

Le consegne saranno effettuate con una Fiat Panda di proprietà delle tre associazioni la cui grafica sarà resa ancora più visibile e completamente rinnovata. Il progetto grafico è stato ideato gratuitamente da Mobil M Italia.

Il nuovo accordo prevede che le associazioni ADA, ANTEAS e AUSER si impegnino a verificare e ricercare la disponibilità di nuovi volontari per estendere ulteriormente il servizio PRONTO FARMACO anche in altre frazioni del comune di Ravenna che a tutt’oggi ne sono sprovviste.

UN PO’ DI DATI SUL SERVIZIO

Nel 2016 sono stati attivi 8 volontari delle associazioni ADA, ANTEAS e AUSER, per un totale di 3.676 ore; sono stati serviti un centinaio di utenti; 555 le richieste di medicinali, 112 prenotazioni, 307 ritiri di referti e 124 servizi vari; 413 i servizi da farmacie private e 142 da farmacie comunali; nei primi tre mesi del 2017, fermo restando il numero di volontari, i dati sono decisamente in aumento e il totale dei servizi è già a quota 300, con 161 richieste di medicinali, 28 prenotazioni, 80 ritiri di referti e 31 servizi vari.

La associazioni ADA, ANTEAS e AUSER svolgono anche il servizio Farmaco Amico, in accordo con HERA S.p.A., per la raccolta dei farmaci non scaduti e riutilizzabili che vengono poi smistati e spediti nei paesi dell’Est da Caritas Ravenna (per l’anno 2016 circa 500 Kg).

Il Comune di Ravenna, grazie alla convenzione annuale per i progetti di utilità sociale, nell’ambito della quale ha trovato spazio la firma di questo importante protocollo d’intesa, ha riconfermato il valore dell’attività di consegna di farmaci a domicilio, non solo per il beneficio immediato che produce, ma anche come spinta per l’instaurarsi di buone relazioni che si estenderanno poi ad altri servizi, consolidando il rapporto con le persone in condizione di fragilità.

GUARDA LA GALLERY


Contatti

Auser Ravenna - Sede Centrale

Via Oriani, 44 - 48121 Ravenna

Tel. 0544 25 1970

segreteria@auserravenna.it