Circolo Lido Adriano

Il Centro Sociale e Culturale, Circolo di Volontariato Auser “L’altra faccia della medaglia” è stato inaugurato il 28 febbraio 2015 e collabora attivamente con tutte le realtà istituzionali, culturali e associative che operano sul territorio.

La caratteristica peculiare del Centro è la multiculturalità, finalmente vista non come un problema, ma come una risorsa.

L’idea nasce da Caterina, approdata in Auser Ravenna nel 2008 e attiva soprattutto nell’insegnamento della lingua italiana agli stranieri e nel doposcuola per bambini. La sua voglia di fare l’ha portata ad instaurare, a Lido Adriano, un numero considerevole di collaborazioni, sfociate in altrettante attività.

Lido Adriano è una comunità molto particolare, 6.500 abitanti ufficiali, 8.000 secondo i dati della vendita del pane, quasi tutti immigrati, sia stranieri che italiani, principalmente operai o venditori ambulanti; venti comunità differenti che creano un melting pot reale con cui relazionarsi.

I corsi di alfabetizzazione per stranieri sono solo la punta dell’iceberg e diventano principalmente un mezzo per far comunicare tra loro questi mondi così vicini, ma senza contatti tra loro. Una volta che ha preso il via, questo processo è andato avanti da se, sono cominciate ad emergere esigenze sempre più specifiche ed è nata una solidarietà trasversale che ha permesso di condividere, esperienze, spazi e cibo, nell’ottica di una multiculturalità concreta e fattiva.

Tutto questo aveva bisogno di una sede operativa.

Dopo l’inaugurazione sono stati incrementati i corsi di alfabetizzazione e i doposcuola per i bambini. È a disposizione di chi segue i corsi un servizio babysitter all’interno della struttura, attivo ogni volta che sono presenti attività.

All’interno del circolo è presente l’emporio NO-SPRECO, realizzato grazie alla donazione della gente del posto di indumenti, scarpe, oggetti per la casa e materiale vario in buono stato, tutte cose che vengono date in cambio di lavori socialmente utili.

Si organizzano corsi, icontri e laboratori di diverso genere, anche con figure professionali qualificate, spesso su sollecitazione degli stessi frequentatori, ma i locali vengono utilizzati anche come punto di ritrovo comunitario, dando la possibilità di realizzare un vero networking.

Nel corso dei diversi laboratori vengono realizzati anche manufatti da vendere ai mercatini per autofinanziare il circolo e i suoi progetti. Le attività svolte sono tantissime e in continua evoluzione, seguendo l’onda delle richieste di chi frequenta il centro.

L’idea è quella di rispondere alla lettera allo Statuto di Auser Emilia Romagna, realizzando attività che uniscano diverse generazioni, ma anche diverse culture, lavorando insieme per la solidarietàe per la società, allargando il campo d’azione di un’associazione che ha potenzialità immense.

L’asse delle finalità è stato spostato dall’invecchiamento attivo per comprendere anche la cittadinanza attiva, perchè oggi gli “abbandonati” della società non sono più solamente gli anziani.

Grazie a questa visione avveniristica “L’altra faccia della medaglia” ha ricevuto un riconoscimento europeo, nell’ambito del progetto Solidar, per le buone pratiche messe in atto.

Servizi alla persona

Sporte alimentariin collaborazione con Conad Punta Marina, da settembre 2015, a famiglie in difficoltà economiche, in cambio di lavori socialmente utili.

Servizio babysitter accompagna qualunque attività svolta all’interno del Circolo, permettendo alle madri di svolgere liberamente le pratiche proposte e ai bambini di frequentare un ambiente appositamente pensato e allestito per loro.

Accoglienza ambulatorio prelievi – da novembre 2015.

Corsi di alfabetizzazione alla lingua italiana: annuali, in collaborazione con Cgil Ravenna; trimestrali, in collaborazione con la Provincia di Ravenna, per la preparazione degli esami utili per l’ottenimento del permesso di soggiorno CE per soggiornanti di lungo periodo.

Doposcuola e aiuto compiti – rivolto a bambini dai 6 ai 13 anni con difficoltà: da scuole primarie, in collaborazione con Coop. Libra (V. Mazzini, 61 – Ravenna), presso il Centro giovani Agorà (V.le Ariosto, 18 – L.Adriano); da scuole primarie e secondarie, con difficoltà linguistiche o di apprendimento più marcate, presso i locali del Circolo.

Campo estivoper bambini dai 6 ai 13 anni, presso il Campo Sportivo, in collaborazione con A.S.D. Lido Adriano (V.le Manzoni, 580 – L.Adriano).

Reinserimento sociale – di adolescenti e minori, indicati e monitorati dai Servizi Sociali, come volontari.

Incontri con diverse figure professionali: dalle forze dell’ordine per le truffe agli anziani, ai medici della C.R.I. per la disostruzione, a medici e ostetriche per incontri dedicati alle donne.

Networking – punto d’incontro e scambio culturale per la comunità locale.

Emporio NO-Spreco – costituito per fornire alle famiglie più bisognose beni di prima necessità, usati, ma in buono stato, quali abiti, coperte, utensili per la casa e materiali per i bambini, offerti dai residenti della zona e ceduti in cambio di attività socialmente utili.

Servizi alla comunità

Lavori socialmente utili – in collaborazione con Pro Loco Lido Adriano e Legambiente.

Laboratori per bambini – come quello del legno, riproposto anche al Centro Giovani Agorà (V. Ariosto, 18 L.Adriano).

Corsi e laboratori per adulti – trucco multietnico, gestito dalle frequentatrici del centro; laboratori sartoriali, in collaborazione con “Ric…amando con Auser”; corsi sull’autoproduzione di prodotti per l’igiene personale e della casa, in collaborazione con Agorà, Informagiovani e Informadonna, al CISIM (V.le Parini, 48 – L.Adriano); corsi di economia domestica, patrocinati dal Comune e in collaborazione con Coop. Soc. Kirecò (V. di Roma, 108 – Ravenna).

Feste ed eventi – in collaborazione con le altre associazioni del territorio.

IN EVIDENZA


Contatti

Auser Ravenna - Sede Centrale

Via Oriani, 44 - 48121 Ravenna

Tel. 0544 25 1970

segreteria@auserravenna.it