News nazionali – 9 ottobre 2019

VENETO: PANCHINE ROSSE CONTRO LA VIOLENZA SULLE DONNE
Un filo rosso legherà sabato mattina oltre cinquanta luoghi del Veneto, grazie al Progetto Taci che l’Auser Veneto ha pensato e realizzato in questi ultimi mesi. Taci acronimo di teatro, arte, cultura e inclusione contro la violenza sulle donne. Verranno inaugurate tante  panchine rosse, simbolo del frutto di mesi di eventi e azioni mirate di sensibilizzazione sul tema della violenza di genere. In questi mesi sono state coinvolte le scuole, con dibattiti e ospitando i protagonisti di fatti di violenza sulle donne, si è mosso il mondo dello sport e sono state realizzate una serie di iniziative che nascono per sensibilizzare, per ricordare le vittime della violenza di genere, e cercare di aiutare chi non ha il coraggio di chiedere aiuto. L’Auser  ha pensato a questo progetto nell’anniversario dei suoi 30 anni, dimostrando che non si può rimanere inermi e in silenzio davanti ai continui casi di femminicidio. Le panchine dipinte di rosso dai volontari sono un simbolo, dovevano essere 30: ma sono diventate più di 50 sparse in tutti i comuni del Veneto. Nel Padovano saranno inaugurate a Vigodarzere, San Giorgio delle Pertiche, Campo San Martino, Santa Giustina in Colle, Sant’Angelo di Piove di Sacco, San Giorgio in Bosco, Castelbaldo e Codevigo. Alle panchine dipinte di rosso si affiancano le cinque “panchine d’artista” (una per capoluogo di provincia) realizzate dalla street-art Carolina Blanco, in arte Carolì, da sempre sensibile e attiva quando si parla di violenza di genere, che in città ha dipinto una panchina del giardino della Fornace Carotta.
Fonte: Il Mattino di Padova

ENTRA NEL VIVO IL PROGETTO TAPAS IN AGING. L’ISTITUTO NEUROLOGICO BESTA E AUSER LOMBARDIA INSIEME PER UNA RICERCA SULL’INVECCHIAMENTO ATTIVO
Il progetto biennale Tapas in Aging, finanziato dalla Fondazione Cariplo e coordinato dalla Fondazione IRCCS Istituto Neurologico Carlo Besta di Milano in partnership con Auser Regionale Lombardia , entra nel vivo della sua fase di lavoro sul campo. Sono entrati in azione i giovani ricercatori selezionati tra sociologi e psicologici che, dopo una sessione di formazione, intervisteranno 500 persone over 50 individuate tra i volontari e gli utenti di Auser nelle 12 province lombarde.
TAPAS in Aging è acronimo di “Time and Places and Space” in Aging, perché il progetto,  intende descrivere le dimensioni di spazio e tempo come variabili fondamentali nel processo di invecchiamento e come elementi che influenzano il funzionamento, la disabilità e il benessere delle persone. TAPAS in aging valuterà anche le relazioni sociali di cui la persona può disporre come elemento primario per invecchiare bene.
Gli strumenti utilizzati dai ricercatori nelle interviste, che verranno effettuate nelle sedi Auser in tutte le province lombarde, misureranno lo stato di salute individuale, la qualità della vita, il benessere percepito, l’influenza dell’ambiente costruito in cui la persona vive e le reti sociali; verranno raccolte informazioni su nucleo familiare, caratteristiche socio-demografiche, storia lavorativa, fattori di rischio, utilizzo dei servizi socio-sanitari. L’analisi dei dati, effettuata dall’Istituto Besta, darà ad Auser la possibilità di trasformare tale lettura della realtà in raccomandazioni politiche per un’organizzazione di spazio e tempo senza barriere.
Per info: Sara Bordoni   sara.bordoni@auser.lombardia.it

FIRENZE: LAB-HOUSE, LA  NUOVA SFIDA DI AUSER ABITARE SOLIDALE “USARE GLI ALLOGGI SFITTI PER IL CO-HOUSING”
Auser Abitare Solidale  lancia un servizio in cui propone ai proprietari di gestire le loro case sfitte e inutilizzate in chiave sociale.
A Firenze ci sono circa 7mila alloggi sfitti, a fronte di una notevole emergenza abitativa, che potrebbero essere utilizzati invece per forme di co-housing. Ne è convinta Auser Abitare Solidale, associazione che promuove modelli innovativi di abitare condiviso e collaborativo in risposta alla fragilità alloggiativa. Secondo l’associazione nel capoluogo toscano al fenomeno degli alloggi sfitti, o potenzialmente affittati al nero, si aggiunge la diminuzione dello stock abitativo a disposizione per locazioni tradizionali a causa della migrazione verso l’affitto breve turistico, tipo Airbnb.
Inoltre c’è una certa refrattarietà ad affittare a nuclei stranieri le proprie case per paura di una eventuale non solvibilità dell’affitto, anche se spesso ingiustificata. Per questo l’associazione lancia il progetto ‘LabHouse – Laboratorio Casa’, servizio che punta alla valorizzazione immobiliare in chiave sociale, e propone ai proprietari di gestire le loro case sfitte e inutilizzate. “Noi gli daremo nuovo valore sociale attraverso due possibilità – sottolinea l’associazione -: o mediante la sottoscrizione di un comodato d’uso che garantirà la copertura di tutte le utenze, le spese di condominio, eventuali tasse sulla casa, piccole manutenzioni a carico dei nuovi ospiti. Oppure tramite un contratto di locazione con un affitto sociale. Anziché restare vuota, la casa diventerà oggetto di una coabitazione tra persone che stanno attraversando un periodo difficile”.

REGGIO EMILIA, LA COPERTA CHE UNISCE AUSER E CARITAS
“Una coperta ci unisce” è il progetto che da primavera scorsa unisce Auser Provinciale Reggio Emilia e Caritas diocesana Reggio Emilia-Guastalla nel sostegno alle persone senza fissa dimora. Un’iniziativa che vede protagoniste le volontarie di Auser che, mettendo a disposizione il proprio tempo e le proprie capacità, realizzano coperte di lana. Queste ultime vengono quindi date a Caritas, che provvede a distribuirle in dono a chi ha freddo.
Il progetto sarà presentato giovedì 17 ottobre, dalle ore 10, presso il Centro sociale Insieme di Reggio Emilia (via Canalina, 19) .
Intervengono: Luca Vecchi sindaco del Comune di Reggio Emilia, Enzo Costa presidente di Auser Nazionale, Carla Iori presidente di Auser Reggio Emilia, Elena Ghinolfi DarVoce Centro Servizi Volontariato e Don Romano Zanni. Conduzione: Mattia Mariani, direttore di Telereggio. Il convegno è a ingresso libero, rivolto a tutta la cittadinanza.

EMPOLI (FI): ‘AUSILIO’ LA SPESA A DOMICILIO DI AUSER COMPIE 20 ANNI
Ogni settimana un gruppo di volontari va a fare la spesa per poi portarla ad anziani che vivono soli o che comunque non hanno la possibilità di recarsi nei supermercati per approvvigionarsi. Da ormai 20 anni a Empoli questo servizio di Spesa a Domicilio, chiamato AUSILIO, va avanti a Empoli grazie all’Auser Filo d’Argento. È nato infatti nel 1999 grazie a una proposta della sezione Soci Coop che stava già sperimentando questo servizio con successo in una zona di Firenze. «Era stata percepita la necessità di aiutare alcune di questa persone in difficoltà – racconta Daniela Tinghi presidente auser territoriale –, non erano più in grado di fare la spesa non avendo più vicino un figlio o un parente. L’Auser Filo d’Argento nel lontano 1999 non aveva molta disponibilità economica e nessun mezzo, si decise allora di allargare questo progetto oltre che alla Sezione Soci Coop, anche a Misericordia e Pubbliche Assistenze, che tutt’ora ringraziamo per il loro lavoro sinergico. Fu quindi sottoscritto un protocollo di intesa con la Sezione Soci Coop che finanziava la campagna pubblicitaria e l’organizzazione interna al punto di vendita e con la Misericordia e le Pubbliche Assistenze che si accollavano l’onere dei trasporti e all’Auser i volontari e il coordinamento telefonico. Nacque quindi un servizio in rete».
«Oggi – spiega Camilla Cerbone, attuale presidente di Auser Filo d’Argento – il servizio va avanti gratuitamente e interrottamente per 51 settimane all’anno, servendo una lista di 30 soci assistiti con una media di 20 spese settimanali, che impegnano 15 volontari con oltre 3500 ore di volontariato. Come funziona? Telefoniamo il lunedì mattina e raccogliamo le ordinazioni per la spesa. Il martedì ci ritroviamo alla sezione Soci Coop di Empoli e facciamo spesa con carrelli particolari, muniti di cesti che già prepariamo per il singolo socio. Quindi paghiamo alla cassa e subito andiamo nelle loro case a portare il tutto. Direi che è un servizio ormai collaudato, apprezzato, funziona benissimo, negli anni è stato migliorato il call center per la comunicazione con gli anziani. Corrado Cioni e Rossano Lazzeri sono il precedente e l’attuale responsabile del servizio ‘Spesa a Domicilio’. Insomma chi avesse voglia di usufruirne chiami l’Auser all’ 0571/711112, lo aspettiamo».

SIENA, AUSER E INTERNATIONAL SCHOOL: UN LIBRO E UN INCONTRO PER UNIRE LE GENERAZIONI
La trasmissione delle esperienze di vita è un veicolo di formazione prezioso e insostituibile ed è stata alla base dell’iniziativa che mercoledì 2 ottobre ha unito l’International School of Siena e la sede locale di Auser, Associazione per l’invecchiamento attivo, alla presenza di Clio Biondi Santi, assessora alla Pubblica Istruzione del Comune di Siena. Un incontro tra generazioni all’insegna delle storie firmate dal Dott. Renato Scarinci, pediatra in pensione che ha lavorato con Medici Senza Frontiere, con Medici con l’Africa Cuamm ed in Iraq con l’associazione “Iniziative di Solidarietà” di Auser. Il dottor Scarinci è anche il responsabile dell’ufficio medico per la povertà estrema e ha raccolto alcune delle sue esperienze nel libro “Story without sense for chilidren without time”.
Il volume, in lingua inglese, è stato donato agli studenti dell’International School of Siena che frequentano le classi Primary Years Programme (5 – 10 anni), dopo un interessante intervento teso a sottolineare l’importanza dei nonni e il ruolo attivo che gli anziani rivestono nella società. Per i ragazzi un momento di socializzazione, di apertura verso le diverse componenti del territorio e le tante esperienze di volontariato attivo nelle quali è possibile impegnarsi, nella propria comunità di riferimento come nel mondo.
Fonte: radiosienatv.it

BENEVENTO, UN CONCORSO LETTERARIO SUI RAPPORTI INTERGENERAZIONALI
Un concorso letterario sui rapporti intergenerazionali: è la nuova iniziativa promossa da Auser Filo d’Argento di Benevento. L’obiettivo è quello di costruire tra giovani ed anziani relazioni stabili e gratificanti: un momento di confronto su di un tema comune. L’iniziativa si intitola  “La bellezza dentro e fuori di noi” ed è  promossa dall’associazione con il patrocinio del Comune di Benevento e dell’Università degli Studi “Giustino Fortunato”.
Il bando, gratuito ed aperto a tutti, presenta tre sezioni: Prosa Adulti; Prosa Giovani (riservata a concorrenti di età compresa fra i 15 e i 21 anni); Poesia Adulti. I termini per presentare il proprio elaborato sul tema “La bellezza dentro e fuori di noi” scadono il prossimo 31 ottobre.
Fonte: ntr24.tv

BOLOGNA, TORNA IL CICLO DI FILM LA “BUONA LONGEVITÀ”
Torna da lunedì 14 ottobre la “Buona Longevità”, il ciclo di film, organizzato in collaborazione con la Cineteca di Bologna, che mostra come la vecchiaia, sullo schermo come nella vita, possa essere una stagione esaltante e fuori dagli schemi, di bilanci e di rilanci, di riflessione e d’azione. Le proiezioni aperte a tutti, si svolgono sempre di lunedì̀ alle ore 15 al cinema Lumière – Piazzetta Pasolini 2b a Bologna e prevedono un piccolo contributo economico di € 3,00 a ingresso. Al termine di ogni appuntamento la Cineteca mette a disposizione un piccolo buffet presso la Biblioteca Renzo Renzi con i biscotti del Forno Brisa.
Programma completo della rassegna https://bit.ly/2AWCixm

PACE DEL MELA (ME), RIPRENDONO I CORSI DELLA LUTE
Al via le iscrizioni per frequentare i corsi 2019/20 della Lute, la Libera Università della Terza età di Pace del Mela (ME) che riaprirà con il suo variegato programma il 14 ottobre. Sono 34 i docenti pronti a prestare la loro attività gratuitamente peri 38 corsi previsti. Vari saranno gli ambiti nei quali cimentarsi; dalla letteratura alla storia, cultura e conoscenza del territorio, dalle lingue straniere alla medicina, dai laboratori alle attività per il benessere psico-fisico, dall’ informatica alle arti, musica e spettacolo. Nello specifico trai corsi ai quali ci si potrà iscrivere rilevano storia locale e quello denominato “camminiamo esplorando”, inglese, spagnolo e “portoghese in musica”, e ancora yoga, ginnastica dolce, igiene e apparato digerente, arte della recitazione.
Fonte: Gazzetta del Sud

BIELLA, INFORMATICA PER GLI OVER-65
Partirà lunedì 14 ottobre a Biella la 7° edizione del corso di alfabetizzazione informatica per pensionati e over 65enni organizzato dall’Auser in collaborazione con l’Istituto del Cossatese e della Valle Strona. Le lezioni si terranno al lunedì pomeriggio dalle 14  alle 16 nel laboratorio di informatica messo a disposizione dall’Istituto e sito in Valdilana nei locali dell’ex Motta (municipalità di Mosso). Il corso è gratuito.
Per info e adesioni: 0153599231 – auserbiella@libero.it
Fonte: newsbiella.it

BELLUNO, NON SOLO INAUGURAZIONE DELL’ANNO ACCADEMICO, MA IMPEGNO CONTRO I FEMMINICIDI
Per iniziativa dell’Auser territoriale e l’organizzazione delle quattro Università popolari Auser per l’educazione permanente attive in provincia di Belluno in Alpago, Belluno, Domegge e Ponte nelle Alpi, domenica 6 ottobre si è tenuta a Belluno, nel Teatro del Centro Giovanni XXIII, una manifestazione con il patrocinio del Comune capoluogo e aperta a tutta la cittadinanza. E’ stato inaugurato unitariamente l’Anno accademico 2019-2020,  presentando  l’importante ruolo di Auser per una cittadinanza senza età, attiva, responsabile e partecipe per il bene comune. Al centro dell’evento il progetto regionale Auser “T.A.C.I. – Teatro, Arte, Cultura, Inclusione contro la violenza sulle donne”, che anche a Belluno si concretizzerà pubblicamente il 12 ottobre con una  cerimonia concordata con il Comune e con l’Associazione Belluno Donna, durante la quale verrà scoperta, come analogamente in tutte le province venete, la panchina rossa, simbolo e richiamo per tutti di un impegno a vigilare costantemente perchè non si ripetano più femminicidi e violenze contro le donne. Terzo motivo fornito dall’occasione del 6 ottobre  e che fa un po’ da trait d’union fra i primi due, lo spettacolo “Principesse, un corno!”, viaggio musicale attraverso gli stereotipi sul femminile alla ricerca di una vera uguaglianza di genere, presentato dal Coro dell’Università popolare di Treviso diretto da Erica Boschiero.

 “UN’ORA PER CAVRIAGO”, VOLONTARIATO CIVICO PER LE STRADE DEL PAESE
Ha preso il via la scorsa domenica a Cavriago (RE) il progetto “Un’ora per Cavriago”. Si tratta di un appuntamento mensile di pulizia dei luoghi della città, che si svolgerà a cadenza regolare la prima domenica di ogni mese, dai parchi alle aree verdi comunali.  L’iniziativa, promossa dal Comune di Cavriago, è stata elaborata in collaborazione con il gruppo di giovani “Cavriago Plastic Free”, molto attivo sui temi ambientali, Auser locale, da sempre attenta alle esigenze della cittadinanza, e l’associazione Carmen Zanti, che sta proponendo diverse iniziative culturali in paese. «Questa proposta è nata – spiega l’assessore all’ambiente Luca Brami – con una serie di intenti: ha come obiettivi, oltre alla semplice pulizia di un’area, anche di fare educazione, informazione e sensibilizzazione alla cittadinanza rispetto alle tematiche ambientali e della corretta gestione del rifiuto e di creare situazioni virtuose e di socialità. Il Comune fornirà ai cittadini che decideranno di dedicare “un’ora a Cavriago”, quindi di partecipare alle domeniche ecologiche, sia sacchetti, che pinze, guanti e tutto l’occorrente.
Fonte: Il Resto del Carlino

SERRADIFALCO (CL), CORSI GRATUITI ALLA LIBERA UNIVERSITA’ SENZA ETA’
Inaugurato a Serradifalco l’anno accademico 2019/2020 della “Libera Università Senza Età” dell’Auser presentando un programma ricco di novità e proposte culturali. Cinque le aree previste: area dei linguaggi e dei laboratori corsi base di informatica, inglese, scacchi, pittura e disegno, fotografia digitale, teatro; area della cittadinanza attiva dove si potrà approfondire la storia della politica italiana, i diritti fondamentali dell’uomo, la Costituzione; area della storia locale con corsi di teatro e conferenze di approfondimento sulla Sicilia  mineraria. La quarta area riguarda i valori e la solidarietà con corsi di carattere sociologico e pedagogico sul rapporto genitori figli, sul dialogo interreligioso e  la strada degli scrittori. La quinta area verte sul tema della salute, la prevenzione, i vaccini, la sana alimentazione. Il progetto di questa università nasce dalla collaborazione fra diversi esperti: Giuseppe Bruccheri, Francesca Caramazza, Salvatore Pelonero, Salvatore Costa, Paolo Miraglia.
Le iscrizioni sono aperte senza nessun limite d’età, i corsi sono completamente gratuiti e saranno svolti da docenti professionisti ed esperti di settore.L’inaugurazione si è svolta presso la Sala Convegni di Palazzo Mifdus a Serradifalco alla presenza del Sindaco di Serradifalco Leonardo Burgio, il Sindaco di Montedoro Renzo Bufalino, il Presidente LUSE Prof.Giuseppe Buccheri che ha presentato il programma dell’anno accademico e il calendario dei corsi.

PIACENZA: L’UNIVERSITA’ DELL’ETA’ LIBERA, UNA REALTA’ IN GRANDE CRESCITA
Si inaugura mercoledì 9 ottobre alle 16,30 l’anno accademico 2019 2020 dell’Università dell’età libera di Ausercultura Piacenza. Saranno presenti i docenti, rappresentanti del Comune di Piacenza e il direttore di AuserCultura Piacenza, Marco Marchetta. “Presentiamo un’Università in crescita, che sempre più trova rispondenza nei bisogni formativi della cittadinanza piacentina, e non solo. I corsisti dell’anno precedente sono stati oltre 300, e il 60 per cento di essi ha più di 65 anni. Non solo: il 75 per cento sono donne. Visite culturali, conferenze e per esempio spettacoli al Piccolo Teatro di Milano completano quella che va oltre l’offerta didattica. Il mondo di AuserCultura è un mondo che cresce dal basso, tra corsisti, docenti e Auser e permette di ritagliare su misura l’offerta formativa e combattere, più di ogni altra cosa, l’isolamento in una fase della vita che può essere piena di sorpresa e in cui è possibile imparare tante cose”.
Per info:  auserpiacenzaufficiostampa@gmail.com  www.facebook.com/auseruniauser/

MONZA, INDAGINE  AUSER  PER CONOSCERE QUALI SONO I BISOGNI DEGLI ANZIANI
A Monza l’Auser ha appena avviato un’indagine telefonica conoscitiva per capire i bisogni di chi ha più di 75 anni e abita nel quartiere Cederna. “L’obiettivo della nostra iniziativa, che dovrebbe terminare verso metà ottobre, è duplice – spiega Tosco Giannessi, presidente di Auser Monza e Brianza dal 2015 – da un lato vogliamo conoscere la situazione personale di questi anziani, quindi, ad esempio, se abitano da soli e sono autonomi. Dall’altro lato chiediamo loro se vogliono essere contattati telefonicamente dai nostri volontari, adeguatamente formati, una o due volte a settimana, per fare una chiacchierata – continua – in questo modo, oltre a colmare un bisogno di compagnia, riusciamo a percepire eventuali problemi e disagi, che in alcuni casi segnaliamo ai servizi sociali con cui collaboriamo”. I risultati dell’indagine condotta dall’Auser Monza e Brianza, che conta su oltre 500 volontari e 4500 iscritti, sono ancora parziali, ma già piuttosto significativi. “Il 20 per cento delle persone fino ad ora contattate ci ha espresso la propria volontà di ricevere una telefonata periodica dai nostri volontari – afferma Giannessi – si tratta di un dato, sulla stessa lunghezza d’onda di quelli riscontati, in iniziative simili, a Muggiò, Desio e Carnate, che testimonia quanto la solitudine sia diffusa negli over 75”. Nei prossimi mesi l’obiettivo dell’Auser Monza e Brianza, che ogni anno svolge 8mila attività di trasporto/accompagnamento di persone anziane o non autosufficienti per visite mediche o riabilitative, è di allargare l’indagine ad altri quartieri della città di Teodolinda.
“Per farlo abbiamo bisogno di nuovi volontari, persone che vogliano impegnarsi nel sociale e siano consapevoli che nel dare si riceve tanto – è l’appello del presidente provinciale dell’associazione – sicuramente non correremo mai il rischio di lasciare a metà un’iniziativa dal così profondo significato e, per questo, la rafforzeremo solo se avremo sufficienti risorse umane a disposizione”.
Le attività dell’Auser Monza e Brianza non si esauriscono certamente qui. E spaziano fino alla consegna pasti a domicilio e alla socializzazione attraverso attività ludiche, corsi, dibattiti e al turismo sociale.

20 ANNI DEI CORSI DI PITTURA AUSER, RICORDANDO PAOLO PORRI, PITTORE E INSEGNANTE
Domenica 13 ottobre, dalle 10 alle 16, Auser Voghera organizza un’esposizione di quadri dipinti da quanti, negli anni, hanno partecipato ai corsi di pittura. L’occasione è data dalla ricorrenza del ventennale dei corsi istituiti presso Auser dal compianto pittore Vogherese Paolo Porri, dei quali è stato ideatore e primo insegnante. Tutti coloro che hanno partecipato ai corsi sono stati invitati a esporre una o più opere insieme a quelle degli attuali iscritti. Porri, molto conosciuto in città, soprattutto come organizzatore di concorsi di pittura e ideatore di corsi, è stato uno dei principali pittori locali contemporanei, con la predilezione per la pittura di scorci dal vivo della sua città e dell’Oltrepò. L’ultima sua mostra, a seguito di numerose altre, nel 2018 presso lo la galleria Spazio 53 di Voghera in occasione del decimo anniversario della sua scomparsa avvenuta all’età di 73 anni.  A Porri, Auser Voghera intitolerà una targa che sarà consegnata alla moglie Carla a chiusura della manifestazione.

IVREA (TO), LABORATORI ATTIVI PER IL BENESSERE DELLA PERSONA ANZIANA
Auser Argento Vivo e Centro Aide di Ivrea (TO) uniti ancora una volta per proporre, con il patrocinio del Comune, i laboratori attivi di allenamento mente, corpo, emozioni che inizieranno a breve e le cui attività proposte mirano a ricercare nuovi equilibri psichici e fisici capaci di mantenere nella persona anziana, il più a lungo possibile, il benessere e la migliore qualità della vita. Spiega Maria Cristina Raga, psicopedagogista e responsabile Centro Aide: «L’invecchiamento è un processo naturale che inizia dalla nascita e prosegue nell’arco di tutta la vita e non è necessariamente sinonimo di malattia. La qualità dell’invecchiamento dipende da un delicato equilibrio tra fattori cosiddetti protettivi e fattori di rischio. Ciò che conta, dunque, è come si invecchia, perché solo con un’attenzione personale e consapevole a se stessi si possono ridurre i rischi di malattia e potenziare i fattori protettivi». I laboratori sono rivolti a tutte le persone, anziane e non, che desiderano mantenere in forma le funzioni cognitive, le competenze relazionali ed emotive e le abilità fisiche. Si articolano in tre cicli di 10 incontri ciascuno (dal 16 ottobre al 18 dicembre; dal 15 gennaio 2020 al 25 marzo; dal 1° aprile al 10 giugno), nei giorni di mercoledì , dalle 15 alle 16.30. Sede dei corsi sarà la palestra Antonicelli, nel quartiere Bellavista , in viale Kennedy 45. A condurre i laboratori saranno, oltre a Raga, Laura Marino, psicologa psicoterapeuta, Bruno Bettagno, chinesiologo ed esperto in ginnastica rieducativo-motoria, Alessia Cenzato, laureata in Scienze e tecniche psicologiche e Stefania La Tona, psicologa e psicoterapeuta.
Fonte: La Sentinella del Canavese

ILLASI (VR), RIPARTONO I CORSI DELL’UNIVERSITA’ POPOLARE
Sono ripresi i corsi dell’università popolare di Illasi (VR), al Giardino musicale intitolato al filosofo dell’arte Dino Formaggio. Il programma si annuncia di interesse per tutti, con argomenti che spaziano dalla scienza all’arte, dalla medicina alla musica, dallo sport alla poesia, alla storia. Non mancheranno gite e uscite didattiche sul territorio, oltre a momenti di convivialità aperti a tutti; corsi di yoga, pilates, Tai Chi, per la memoria, laboratori di cucina, camminate assistite molto altro. «La nostra associazione non dimentica la sua finalità prioritaria», dice il presidente Auser Pietro Tosi, «quella sostenere le persone meno fortunate e con difficoltà di vario tipo». Dall’Auser è nato il gruppo di volontari che organizza il trasporto negli ospedali per visite specialistiche o esami: è formato da autisti, accompagnatori, centralinisti. «I volontari non sono mai troppi», ricorda Tosi, «le richieste sono sempre più numerose. Accettiamo la disponibilità di persone sensibili». I prossimi appuntamenti: giovedì 10 a Cremona e Soncino. Sabato 12 alle 15, sarà inaugurata la «Panchina rossa» contro la violenza sulle donne. I volontari Auser coloreranno di rosso una panchina in piazza Bonifacio Sprea, accanto al municipio, per sensibilizzare sul tema.
Fonte: L’Arena

REGGIO EMILIA, IL VADEMECUM CONTRO LE TRUFFE IN BOLLETTA
Le truffe, si sa, sono sempre dietro l’angolo. Soprattutto ora in cui ci si ritrova, sempre più spesso, a doversi confrontare con call-center e contratti da stipulare online. E considerando che dal 1° luglio 2020 l’energia passerà totalmente sul mercato libero, a Reggio Emilia Spi Cgil, Federconsumatori e Auser hanno deciso di avviare una campagna di assemblee pubbliche di informazione su questo tema e che dovrebbe agevolare chi vuole fare scelte sicure evitando rischi e, per l’appunto, truffe. L’iniziativa è stata presentata nei giorni scorsi in una conferenza stampa da Lucia Lusenti di Federconsumatori, Vera Romiti di Auser e Renata Morgotti di Spi Cgil. Sindacati e associazione dei consumatori, infatti, si ritrovano sempre più spesso a confrontarsi con persone che richiedono informazioni ed assistenza. Le domande, più o meno, sono sempre le stesse: cosa bisogna fare? A chi rivolgersi? Quale contratto scegliere? Tutte queste sono domande che i cittadini si pongono senza ottenere risposte chiare. Dai fornitori di energia arriva una grande quantità di pubblicità, telefonate, contatti anche attraverso venditori porta a porta. L’obiettivo è fornire tutte le informazioni ai cittadini, e in particolare ai pensionati che rappresentano la parte più fragile degli utenti, per potersi orientare verso il mercato libero. Nelle assemblee non si parlerà solo di liberalizzazione del mercato energetico, ma anche di tutela dei risparmi, di contrasto alle truffe.
Fonte: Il Resto del Carlino

CERVETERI (RM), APERTE LE ISCRIZIONI AI CORSI AUSER DI BALLO
A Cerveteri  (RM) sono aperte le iscrizioni ai corsi Auser di ballo, di coppia e di gruppo. Si svolgono presso il centro Polivalente di Marina di Cerveteri (Via Luni accanto al centro anziani) il martedì e il giovedì: dalle 10,30 alle 11,30 si svolge il corso di ballo di coppia, mentre dalle 11,30 alle 12,30 il corso di ballo di gruppo. Esprimersi con il corpo, comunicare con il corpo, sfogarsi con il corpo, amare con il corpo: movimento, musica, sentimento, tutto appare naturalmente collegato. È il potere della danza, la danza che libera, la danza che cura.
Per informazioni presso la sede a Cerveteri Via Pascoli 7 (presso il caf Cgil) tel 3891389342, oppure telefonare ai numeri Giulia 3393151348 – Sissy 3479934073 – Emma 3356337542.
Fonte: baraondanews.it

PRATO, “LE LINGUE PER VIAGGIARE”
“Le lingue per  viaggiare”: il circolo culturale di Auser “Anna Fondi” di Prato  propone un corso per i soci, che aiuterà ad essere autonomi in viaggio, anche nella terza età. La lingua scelta è l’inglese che si parla ovunque all’estero e attraverso sei lezioni verranno insegnate le frasi basilari. Si comincia sul come destreggiarsi all’aeroporto e in stazione o  in albergo, dalla richiesta di una camera al noleggio auto fino a come ordinare un piatto e la mancia da lasciare. In vacanza si possono avere dei problemi di salute ed ecco come relazionarsi con i medici e paramedici, poi chiedere informazioni nei negozi e nei posti di divertimento. Iscrizioni nella sede Auser in via Tintori 35, dalle 9,30 alle 12,30. Per informazioni 3298766136. Il corso inizierà il 23 ottobre.
Fonte: La Nazione

ALBIGNASEGO (PD), UNA RACCOLTA FONDI PER IL CENTRO DONNA AUSER DI PADOVA
Cinquanta cassettine piazzate in altrettanti banconi di bar, cartolerie, farmacie e altri negozi per raccogliere offerte da destinare al Centro Donna Padova Auser, che sostiene le donne vittime di maltrattamenti. L’iniziativa era stata ideata dalla commissione Pari opportunità pochi giorni dopo l’aggressione, avvenuta nella centralissima Galleria Roma, ai danni di Beatrice Mazzucato da parte dell’ex compagno Antonio Salvadego.  Fino alla fine dell’anno, chiunque potrà donare un contributo economico, magari andando a prendere un caffè o del materiale di cancelleria. «Quell’aggressione, così come l’omicidio di Isabella Noventa, originaria di Albignasego, ha destato molto scalpore nella nostra città sottolinea l’assessore alle Pari opportunità, Valentina Luise all’epoca dei fatti in giro non si parlava d’altro. Siamo stati interrogati da un post su Facebook che chiedeva al nostro gruppo cos’avremmo fatto, nel concreto, per contrastare il fenomeno della violenza sulle donne». «Ci siamo riunite continua l’assessore e abbiamo stabilito di provare a raccogliere del denaro a favore del Centro Padova Auser».
Le componenti della commissione hanno costruito assieme le cassette; dopodiché si sono suddivise le zone di Albignasego, a seconda della residenza di ciascuna, e hanno distribuito le scatole alle attività economiche. «Invitiamo i cittadini a dimostrare la loro consueta generosità per questa buona causa. Le responsabili di Progetto Donna ci hanno fatto sapere che le risorse sono sempre limitate. Auspichiamo una grande partecipazione in tal senso».

LABORATORIO DI TEATRO ALL’AUSER UNIPOP CREMONA CON IL REGISTA ENRICO TOMASONI E GRUPPO DI LETTURA PER CONDIVIDERE L’AMORE PER I LIBRI
Corso di teatro  presso l’Auser Unipop Cremona a partire da mercoledì 9 ottobre 2019 dalle 20.00 alle 22.30. Il corso si strutturerà in 12 incontri, in modalità di laboratorio e sarà condotto dal regista Enrico Tomasoni. Il corso sarà incentrato principalmente sulla conoscenza del teatro come esperienza, come possibilità di mettersi alla prova, di raccontarsi e raccontare la propria realtà. Si impareranno le basi delle tecniche di respirazione e uso della voce, dizione, tecniche di racconto, uso del corpo e dello spazio, improvvisazione e molto altro ancora. E’ possibile fare una lezione di prova.
L’auser Unipop di Cremona ha inoltre organizzato il gruppo di lettura “Cartapesta”; i partecipanti si incontreranno una volta al mese per parlare di libri, letture, condividere testi e riflessioni sui libri letti.
Per info e iscrizioni  contattare la segreteria in via Brescia, 207 aperta nei seguenti giorni e orari: lunedì/martedì/giovedì 10.00-13.00/14.00-18.00, mercoledì (orario continuato) 10.00-16.00 e venerdì 10.00-13.00, tel. 0372/448678 unipop.cremona@auser.lombardia.it. www.auserunipopcremona.it

 

Anziani e dintorni

MARCO TARDELLI CON ITALIA LONGEVA A SUPPORTO DELLA VACCINAZIONE IN ETÀ ADULTA
“La longevità è una partita che si vince giocando d’anticipo!” Parola del ‘campione del mondo’ Marco Tardelli, testimonial dello spot televisivo al centro della nuova campagna di comunicazione sociale #UnaSceltaVincente realizzata da Italia Longeva, con il patrocinio di SIGG, SIMG, SItI e Responsabilità Sociale Rai, per sensibilizzare i cittadini sull’importanza delle vaccinazioni in età adulta per guadagnare anni di vita e in buona salute.
Lo spot, presentato il 3 ottobre al  Ministero della Salute, sarà trasmesso sulle principali emittenti televisive nazionali. Parallelamente al mezzo televisivo, Italia Longeva ha scelto Facebook per parlare ai cittadini: una strategia per combattere la disinformazione e sfatare luoghi comuni anche, e soprattutto, dove maggiormente si “annidano”.
Facebook consente di arrivare ad oltre 6 milioni di over 55 che utilizzano abitualmente il social, ma anche ai tanti figli, nipoti, amici che hanno a cuore la salute dei propri cari non più tanto giovani.
Dal 3 ottobre – e per i prossimi quattro mesi – è disponibile la pagina Facebook #UnaSceltaVincente, dove gli utenti potranno trovare notizie utili sulle patologie infettive più pericolose per gli anziani e sulle armi a disposizione per proteggersi. Ma anche “informazioni di servizio” che possano agevolare i cittadini nell’adesione all’immunizzazione: quali sono le vaccinazioni offerte gratuitamente a chi ha più di 65 anni, dove è possibile vaccinarsi, qual è il periodo più indicato, a quante dosi/richiami è necessario sottoporsi e così via. Lo spot, che ha ottenuto il patrocinio della Fondazione Pubblicità Progresso, è stato realizzato grazie al contributo non condizionante di Pfizer, Sanofi Pasteur e Seqirus.

Associazionismo Volontariato Terzo Settore


ROMA: L’INDUSTRIA DELL’AZZARDO, CONVEGNO NAZIONALE
“L’Industria dell’Azzardo”  è il  titolo del Convegno che si svolgerà a Roma alle ore 15.00 lunedì 14 ottobre presso la Sala dell’Istituto di Santa Maria in Aquiro del Senato della Repubblica, con ingresso da Piazza Capranica 72. Al tema del gioco d’azzardo si è data, negli ultimi anni, estrema rilevanza dal punto di vista clinico e patologico; resta non inedito ma poco esplicitato il fenomeno dal punto di vista industriale. Occorre fare luce, oltre a ribadirne i rischi ormai conclamati, anche sugli aspetti economici, permettendo così di avere una visione più completa del fenomeno che sia di supporto anche ai legislatori. Nel corso del convegno verrà presentato il libro “Giocarsi Tutto”.
Intervengono: Alessio Rocchi direttore generale e professore aggiunto nella cattedra di Pedagogia di IUSTO; Claudia Chiavarino autrice del libro Giocarsi Tutto; Maurizio Fiasco sociologo; Carlo Cefaloni redattore Città Nuova e Movimento Slot Mob; Attilio Simeone coordinatore nazionale del Cartello Insieme contro l’azzardo; Ivan Raimondi vicedirettore dell’ufficio pastorale salute dell’Arcidiocesi di Torino. Modera il senatore Giovanni Endrizzi.
Per info e iscrizioni: gianluca.zandini@senato.it


nessun commento a "News nazionali - 9 ottobre 2019"

    vuoi scrivere un commento?